“Nella vecchia Catanìa, ia ia oh”

Così potremmo rivisitare la ben nota filastrocca per le nuove generazioni di pargoli etnei. Eh sì, perchè oramai per suscitare ilarità e goliardico sgomento tra i più piccoli (e non solo) non è più necessario recarsi alla fattoria di zio Tobìa, ma basta guardarsi attorno nella giungla catanese, ammirando la nuova fauna urbana nei luoghi più comuni della quotidianità, dai centri commerciali all’aeroporto, finanche nel classico recarsi a gettare l’immondizia.

“Mamma, mamma, guarda. C’è Peppa Pig!”

10436195_10208618831138079_2082238451070383934_nDispiace smentire i piccoli catanesi, convinti che il set del noto cartone animato si giunto in quel di Catania. La fantasia si è fatta realtà nei giorni scorsi passeggiando in via Roccaromana vicino al polo di Giurisprudenza, o avvicinandosi ai cassonetti dei rifiuti vicino all’ospedale Vittorio Emanuele. Qui infatti in questi giorni due maiali di grossa stazza sono andati aggirandosi tra la spazzatura, tra le occhiate sorprese e impaurite degli studenti o degli abitanti della zona. E non solo i due maiali, ma anche due asini, cani, anatre e galline avevano dimora in una sorta di fattoria clandestina in una villa abbandonata di via Fiorentino, mantenuti, per così dire, da due clochard italiani e uno rumeno.

“Fatti mandar a Fontanarossa, a prendere il latte”

downloadCosì riscriverebbe il suo successo Gianni Morandi, sbarcando all’aeroporto di Fontanarossa e trovandosi di fronte un intero branco di mucche. L’episodio è successo qualche mese fa, a novembre del 2015, ed ha fatto il giro del pianeta senza neanche bisogno di procedere all’imbarco. I sei bovini al terminal arrivi dell’aeroporto catanese hanno catturato lo sguardo incuriosito e incredulo di passeggeri di tutto il mondo, poi l’intervento della polizia e la cattura dei coraggiosi animali ha riportato tutto alla normalità. Chissà se avrebbero passato i controlli al gate.

“Beee, oggi mi va di fare shopping”

pecoraSuccede anche questo, a Catania. Un intero gregge di pecore si fa spazio tra le auto parcheggiate del centro commerciale “Centro Sicilia”. Rabbia tra gli automobilisti, che vedono le proprie vetture sfregiate non più dalle chiavi, ma dagli zoccoli. Un dato incuriosisce: negli allevamenti siciliani ogni anno spariscono migliaia di ovini. Che stiano approfittando dei saldi per comprare i maglioni di lana?

Liotro liotru

Insomma, non più solo cani e gatti, conigli e pesci rossi: stanco dei classici animali da compagnia il catanese ormai può aspettarsi di tutto girovagando per la città. E chissà che anche il “Liotru“, a piazza Duomo, non decida di scendere dal monumento per fare due passi in via Etnea. Siamo certi che troverebbe ottima compagnia.

di Emanuele Strano

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

A proposito dell'autore

Emanuele Strano

Appassionato di sport, calcio, fantacalcio e di social media marketing. Coordinatore e caporedattore per Fantamagazine.com, collaboratore nel settore cronaca per SiciliaJournal. Si occupa di moda e stile per il portale Thegentleman.me

Post correlati

Scrivi