NICOLOSI – “Etna in Giallo è una delle manifestazioni di punta di Stelle & Lapilli ed una delle poche che abbiamo riconfermato nel corso degli anni, essendo una manifestazione culturale di alto livello. Il nostro coordinatore culturale Salvo Fallica ha fatto uno straordinario lavoro anche quest’anno, infatti avremo: Davide Camarrone, scrittore giallista e giornalista Rai, e due sezioni speciali, ovvero “Un personaggio si racconta…Storie di libri, storie di vita” con Antonino Raspanti, vescovo di Acireale, e Pier Luigi Vercesi, giornalista e scrittore, direttore di Sette, magazine del Corriere della Sera”. Queste le affermazioni di Stefania Laudani, assessore alle politiche della cultura, dell’educazione e della formazione, nonché alle politiche sociali di Nicolosi, circa la quinta edizione della manifestazione culturale Etna in Giallo, sezione della programmazione estiva Stelle & Lapilli 2015. Arte, Cultura, Sapori, Musica, Sport, Moda e Spettacolo ai piedi dell’Etna del Comune di Nicolosi.

Il successo registrato dalla manifestazione si deve sicuramente all’originalità del format: un dialogo/intervista tra il moderatore e coordinatore Salvo Fallica, giornalista, opinionista e saggista, e l’autore del libro, in cui sono previsti letture di brani, interventi dei relatori intervenuti e domande del pubblico. Incontri in cui il giallo è inteso come mezzo per avviare una meditazione critica sulla cultura e l’attualità, con riferimenti alla letteratura. L’avvio alla quinta edizione è stato dato lo scorso 19 luglio 2015, presso il Parco ai pini “Giardino dei Giusti”, con “Letteratura, giallo e migranti. La Sicilia, terra di cultura e porta del Mediterraneo”, dialogo con Davide Camarrone, scrittore giallista e giornalista Rai, e l’intervento di Giacomo Rota, segretario Cgil Catania, e Barbaro Messina, artista ed artigiano.

“Probabilmente saranno organizzate delle sezioni speciali della manifestazione, in quanto sarebbe auspicabile, data l’importanza della manifestazione, poter continuare con gli appuntamenti anche in inverno – ha aggiunto l’assessore Laudani – L’ideazione di Etna in Giallo è nata dalla passione di Marisa Mazzaglia e Nino Borzì per i libri gialli e dall’ estro ed il talento culturale di Salvo Fallica: insieme hanno creato questa sezione del nostro programma che, nel corso degli anni, ha avuto sempre una crescita esponenziale. È un dibattito culturale con l’autore del giallo che si trasforma anche in dibattito con gli interlocutori ed il pubblico, in cui si affrontano anche diversi argomenti legati alla quotidianità ed alla cronaca”.

I prossimi appuntamenti con Etna in Giallo – Il prossimo 11 agosto 2015, in piazza Vittorio Emanuele, con la sezione speciale “Un personaggio si racconta…Storie di libri, storie di vita”, “Il cuore e l’infinito, le vie della spiritualità e la ragione”, dialogo con Antonino Raspanti, vescovo di Acireale e coordinatore del comitato scientifico della Fondazione “Cortile dei Gentili”, e l’intervento del costituzionalista Tino Cariola. Il 21 agosto 2015, in piazza Vittorio Emanuele, con “Gialli, segreti e curiosità della storia del giornalismo italiano”, dialogo con Pier Luigi Vercesi, giornalista, scrittore, direttore di Sette ed autore di “Ne ammazza più la penna”, e l’intervento di Giacomo Pignataro, rettore dell’Università degli Studi di Catania, e Mario Bolognari, antropologo e direttore del Dipartimento di Civiltà antiche e moderne dell’Università degli Studi di Messina.

Scrivi