Noto – I giovani sempre più protagonisti di Volalibro, il Festival della Cultura per i ragazzi che si terrà dal 22 al 30 novembre prossimi. Quest’anno l’immagine dei manifesti e delle brochure di Volalibro è infatti stata realizzata proprio da una studentessa, Vanessa Floriddia che, guidata dalla docente Carmela Cirinnà, ha vinto il concorso indetto nella V A del liceo artistico Matteo Raeli
di Noto.  l2365
E’ questa soltanto una delle tante novità illustrate il 31 ottobre 2014, nel corso della conferenza stampa della VII edizione di Volalibro, che si è tenuta nella Sala degli Specchi di palazzo Ducezio.
All’incontro ha partecipato il sindaco di Noto, Corrado Bonfanti, che ha affermato: “Il comune denominatore dei tanti eventi di Volalibro è la piena consapevolezza che le nuove generazioni, a causa dei profondi mutamenti prodotti dalla globalizzazione, devono interiorizzare la necessità di concepire il processo di apprendimento come un itinerario a largo raggio. E questo per centrare quello che è l’obiettivo primario del Festival: fare in modo, cioè, che i ragazzi acquisiscano un’intelligenza critica dei segni dei tempi che permetta loro di essere in grado di distinguere il bene dal male e di evitare ogni rischio di strumentalizzazione o emarginazione”.
Tra gli interventi anche quello del presidente della Pro Noto, Piero Giarratana, che ha snocciolato i numeri importanti della settimana edizione di Volalibro: “In programma ci sono 5 inaugurazioni, 25 incontri con gli autori, ben 80 laboratori, 15 dibattiti, 3 conferenze, 6 dimostrazioni, 2 seminari, 4 spettacoli teatrali, 2 concorsi, 3 workshop, 1 incontro sportivo, 18 visite a laboratori, 3 test e giochi, 13 osservazioni astronomiche, per un totale di circa 200 eventi”.
Si preannuncia insomma un’edizione di Volalibro davvero ricca, come dimostra anche l’alto livello degli ospiti: Oliviero Beha, Fausto Bertinotti, Carmelo Chiaramonte, Alessandro Quasimodo, Piergiorgio Odifreddi, Lorenzo Del Boca, Paolo Crepet e Vauro Senesi, solo per citarne alcuni.

 

,

 

 

Scrivi