Now In Sicily, la nuova era dell’informazione online

di Agnese Maugeri, foto servizio di Vincenzo Musumeci

Catania –  Molti penseranno sia l’ennesimo giornale online, vi sbagliate. Non è neanche un sito meteorologico che vi fornisce dettagliatamente le condizioni climatiche dell’isola, ne tanto meno una di quelle agenzie di viaggio low-cost che proliferano il web.

VMM_4818Ma allora cos’è Now In Sicily? La risposta è molto semplice e a darcela, durante la presentazione alla stampa, sono proprio i due fondatori, l’ideatore e progettista Davide Di Bernardo e la giornalista Sarah Donzuso.

Now In Sicily è la prima piattaforma d’informazione cooperativa.

In un’epoca dove le notizie corrono su diversi mezzi di comunicazione e diffusione, dove la velocità rischia di rendere obsoleto un articolo, già un secondo dopo la sua pubblicazione, bisogna correre ai ripari e sfruttare al meglio quello che oggi il mondo di internet ci offre.

Creare un sito d’informazione cooperativa vuol dire fidelizzare un numero sempre maggiore di utenti, questo è l’intento di Now In Sicily che vuol creare una rete tra le tante testate online siciliane. “L’unione fa la forza” è proprio questo il motto che i giovani creatori tengono ben saldo in mente, se tutte i giornali convergessero in questa piattaforma, ciò produrrebbe un beneficio a loro stessi, un incremento di visualizzazioni e condivisioni da parte dei lettori e sicuramente un maggior profitto per il singolo giornale.VMM_4839

L’utilizzo spasmodico dei social-network, spiega Davide Di Bernardo, ha svilito l’afflusso di notizie e il ruolo dei giornali, che tendono a perdere il rapporto con i lettori soprattutto nella fascia d’età cospersa fra i 15 e i 30 anni. Oggigiorno, se si effettua una ricerca geo-localizzata su Google News, il più noto motore di ricerca di internet, le notizie che appaiono riguardati la Sicilia sono tratte dalle testate nazionali e non locali.

Se la tendenza della maggior parte delle piattaforme d’informazione cumulativa come Apple News, Google News, Flipboard è quella di eliminare il rapporto con le testate, filtrando le notizie solo attraverso i tag, Now In Sicily, invece, realizza qualcosa di assolutamente diverso e inedito, si propone di mettere i giornali al centro di tutto, puntando proprio sulle differenze di stile e sulla storia di ogni singolo.

VMM_4835“Now In Sicily parte da voi testate e con voi vuole crescere”, Davide e Sarah, all’interno del teatro Machiavelli di Catania durante la conferenza stampa, ci illustrano dettagliatamente il punto di forza di Now la vera innovazione la creazione della piattaforma d’informazione cooperativa. In Now le notizie vengono inserite per renderle più accessibili agli utenti del web e per far diventare i siti d’informazione siciliana al centro delle notizie in Sicilia.

Now In Sicily è una realtà già attiva, sono diversi i giornali online che hanno aderito e nel suo primo mese di vita ha raggiunto oltre 3.000 visitatori.

Ma il progetto non finisce qui, a dicembre sarà indetto il Click Day dove verrà presentata la versione definitiva del sitoVMM_4850 internet, a breve sarà disponibile anche l’App di Now In Sicily che prevede sin da subito la nuova tecnologia in 3D Touch, scaricabile su tutti gli device.

Inoltre entro febbraio 2016 sarà attivo “Now Send” una bacheca dove ogni cittadino potrà inviare le foto di un avvenimento accaduto intorno a lui corredato dalla propria mail, così da poter essere ricontattato dai giornalisti aderenti che vorranno sviluppare e approfondire la notizia.

VMM_4857“Now Cooperation”, infine, è l’ultimo atto del vasto progetto, esso è previsto entro il 2016 ed è un luogo fisico, dove tutte le redazioni che non posseggono una sede o che desiderano un confronto multitestata possono ritrovarsi, discutere e confrontarsi entro spazi appositi, realizzati per i giornalisti e per lo sviluppo dell’informazione.

Un programma ambizioso che stravolgerà la diffusione dell’informazione e che di certo segnerà una svolta nel mondo editoriale e giornalistico siciliano.

Now In Sicily è pronto… e voi cosa aspettate cliccate e curiosate!

Agnese Maugeri

Foto Servizio: Vincenzo Musumeci

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi