La Sicilia nuovamente in scena

Il grande marchio Dolce & Gabbana sceglie, ancora una volta, la Sicilia come location per il nuovo spot del loro nuovo prodotto, un profumo che richiama odori e sapori tutti siculi.

Quando il regista è Tornatore e le musiche inedite firmate Ennio Morricone, il prodotto finale non può che essere suggestivo. Tornatore è già stato regista dei primi spot firmati D&G, tra cui nel 1994 il celebre spot che vide Monica Bellucci protagonista, in cui la seduzione era la chiave di volta e il clima estivo della Sicilia con i suoi luoghi costituivano la cornice dello stesso.

All’interno del nuovo spot viene descritta una storia di delicata seduzione, un amore quasi olfattivo.

E’ rappresentato dalla zagara, infatti, il momento più intenso, dono dell’amato all’amata, la bella Lia, recapitato attraverso due bambini che fungono da Cupido. Ed  è proprio nel momento in cui i due odorano il frutto che ritrovano il piacere del loro amore. Momenti essenziali, semplici, quotidiani ma suggestivi ed emozionanti: il momento del corteggiamento viene descritto in tutta la sua spontaneità e bellezza, senza troppi dialoghi, senza parole inutili e a volte dannose, ma solo fatto di sguardi, di sorrisi, di odori e di natura.

untitledAmbientato nel giardino della settecentesca Villa Eleonora Nicolaci di Villadorata, nei dintorni della città di Noto, considerata la più bella residenza nobiliare extraurbana della provincia di Siracusa, Tornatore si rivela ancora una volta legato alle sue origini e rispecchia tutto il suo stile e il suo amore per la sua terra, la Sicilia, in uno spot che sembra contenere elementi molto simili ad uno dei suoi più grandi prodotti cinematografici, quale è stato appunto Baarìa.
Elementi in comune sono, infatti, i dialoghi diretti, semplici ed essenziali, inseriti all’interno di una prorompente scenografia; sono le immagini, i colori, i paesaggi a risaltare e ad incantare il pubblico. La mimica, l’espressione dei volti diventa rilevante: una Sicilia presentata nella sua essenza e nel suo passato, offre odori, sapori e luoghi di una suggestione a volte disarmante. Dolce & Gabbana prediligono luoghi del territorio siciliano per pubblicizzare il loro brand,e le ultime collezioni lo testimoniano, le quali molto devono all’atmosfera che si respira in Sicilia.

Persino un particolare del portale della Chiesa della Madonna delle Grazie di Vittoria, in provincia di Ragusa, venne utilizzato, alcuni anni fa, dagli stilisti per realizzare shopping bags firmate D&G: il nostro barocco diffuso in tutto il mondo.

Pur essendo una terra “dannata” la nostra Sicilia, trova il suo riscatto in se stessa, nella sua arte e nelle sue bellezze naturali e architettoniche che la storia nei millenni le ha donato e che essa stessa ha costruito.

Scrivi