NICOLOSI – E stato rintracciato, grazie alle riprese di alcune telecamere di sorveglianza che lo avrebbero inquadrato prima a Messina, poi in Calabria, e fermato successivamente nel pomeriggio di oggi a Milano Luca Priolo l’ex compagno e padre della bimba di Giordana Di Stefano. La giovane Mamma 21enne accoltellata e rinvenuta cadavere stamane all’interno della propria auto, una Audi A2, lungo via Mompeluso a nord di Nicolosi.
La donna nel 2013 aveva denunciato di essere vittima di stalking e proprio stamane era in programma un’udienza relativa alla denuncia da lei esposta nei confronti del ex compagno. Per questo motivo i Carabinieri, giunti sul posto dell’omicidio, hanno avviato le ricerche di Priolo che era irreperibile (sembrerebbe che già da ieri si fosse allontanato da casa con l’auto della madre e che si fosse incontrato con la vittima per discutere proprio dell’udienza e dell’affidamento della bimba dato che l’uomo avrebbe avuto intenzione di trasferirsi in America). Agli inquirenti tocca adesso il compito di verificare, o escludere, un suo eventuale coinvolgimento. Ma nessuna altra pista è esclusa. Già da stamane era in atto la caccia al killer con le pattuglie dell’Arma ed anche con l’ausilio di un elicottero che per diverse ore ha sorvolato il cielo su Nicolosi.
Tante le domande a cui vanno date adesso vanno risposte, su tutte: potrebbe essere stato davvero Luca Priolo ad aver tolto la vita alla sua ex compagna? Se si potrebbe aver avuto un complice? L’omicidio è avvenuto in via Mompeluso o l’auto è stata parcheggiata lì in un secondo momento?
Fatto sta che oggi a Nicolosi si è registrato un triste caso di femminicidio, l’ennesimo in Italia, che ha lasciato tutti sotto shock. Giordana Di Stefano lascia al mondo una bambina di soli 4 anni; la piccola adesso rimane senza la sua mamma che amava ballare e faceva infatti la ballerina. Emblematico risulta adesso quanto la 21enne, quasi come in un’oscura profezia, scriveva nel suo profilo Facebook: “Su questa terra siamo tutti di passaggio, hai mai pensato a questo?”. E chi sa a chi Giordana si riferiva quando sempre sul suo profilo facebook condivideva post simili:”Uno degli errori più grandi che si possano fare è tenere vicino chi sgretola la tua autostima, piano, con gesti apparentemente inconsapevoli”.


-- SCARICA IL PDF DI: Omicidio a Nicolosi, fermato a Milano l’ex compagno di Giordana Di Stefano, potrebbe essere l’assassino --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata