RAGUSA – “Personalità non armonica” ma “capace di intendere e di partecipare al processo”. Sarebbero queste le conclusioni, in sintesi, dei periti che hanno eseguito gli esami psichiatrici su Veronica Panarello.

L’accertamento era stato stato disposto dal Gup di Ragusa davanti alla quale la donna è sotto processo con l’accusa di avere ucciso il figlio Loris, di 8 anni, e di averne poi occultato il cadavere nel canalone di contrada Mulino Vecchio a Santa Croce Camerina, il 29 novembre del 2014.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi