Sabato sera (20 dicembre), al teatro Ambasciatori di Catania, il soprano Cosetta Gigli sarà grande protagonista dell’operetta “L’acqua cheta”, primo spettacolo del cartellone allestito dall’associazione culturale Woodstock.
Si alza il sipario del cartellone di spettacoli allestito dall’associazione culturale Wookstock al teatro Ambasciatori di Catania. Cinque appuntamenti finalizzati a rinverdire i fasti del bel canto e a regalare al pubblico sorrisi e divertimento, cercando di mettere alle spalle le piccole o grandi vicissitudini quotidiane. Protagonisti della stagione saranno il soprano Cosetta Gigli ed il capocomico Giovanni Puglisi. Si comincia sabato (20 dicembre), alle ore 21, con l’operetta in tre atti “L’acqua cheta” di Augusto Novelli proposta dalla compagnia Allegra Operetta di Lucca e che vedrà come interprete principale, nel ruolo di Anita, proprio Cosetta Gigli che, con la sua suadente e versatile voce, torna ancora una volta in Sicilia accompagnata dalla sua proverbiale e coinvolgente simpatia. L’opera rappresenta un delicato affresco d’epoca ambientato nella campagna della Toscana, con una trama intrisa di intrighi amorosi, passioni più o meno velatamente celate, sotterfugi e stratagemmi ma con un lieto fine che riporta la serenità nell’ambiente familiare e che, soprattutto, premia le aspirazioni amorose degli spasimanti. L’operetta è stata rappresentata per la prima volta nel 1920 a Roma con musiche di Giuseppe Pietri: entusiastici commenti seguirono la rappresentazione, caratterizzata da diversi momenti corali di forte impatto spettacolare e visivo. Una testata giornalistica affermò “E’ nata l’operetta italiana”. Ad affiancare la Gigli, che cura anche la regia, saranno il soprano Sissy Raffaelli, il baritono Dante Francesconi, il tenore Luca Giannecchini, gli attori Monica Puccetti, Giuseppe Bartoli, Paola Simonetti, al pianoforte ci sarà Simona Gemignani, al violino Diana Gaci Scaletti.

Scrivi