Al Direttore. Riceviamo e pubblichiamo, in riferimento all’articolo

http://www.siciliajournal.it/arte/iniziative/sicilia-in-sud-africa/#sthash.7PtvKQTx.5xEQNkH0.dpbs

Oranfrizer è un’azienda siciliana che opera nel settore degli agrumi da oltre cinquant’anni, ha progressivamente consolidato la propria presenza nei mercati italiani e sta ampliando le propria attività di esportazione, Oranfrizer opera al fine di soddisfare le esigenze del mercato internazionale e pone sempre – in Italia e all’estero – come migliore offerta la nostra gamma di agrumi, frutta e orticoli di origine siciliana, prima fra tutte l’arancia rossa siciliana. Considerata la diffusione di informazioni errate e distorte circa la nostra azienda e la nostra attività a beneficio dei lettori ribadiamo le ragioni della commercializzazione dei limoni importati da paesi esteri. Durante la stagione estiva in Sicilia c’è solo il limone Verdello, una varietà che Oranfrizer commercializza regolarmente con una confezione che vi mostriamo: con questo packaging, che distribuiamo 365 giorni l’anno, consigliamo di gustare il limone siciliano non solo in modo convenzionale, con il supporto di alcuni chef suggeriamo delle ricette e moltiplichiamo il desiderio di consumo di altri agrumi con le medesime origini invitando i consumatori alla degustazione di tutti gli agrumi di Sicilia.

Il solo limone Verdello con origini siciliane durante l’estate però non è in grado di soddisfare la domanda nazionale che, oltretutto, tende ad essere orientata prevalentemente verso il limone giallo perché, volenti e nolenti, la stragrande maggioranza dei consumatori associa l’acquisto del limone al colore giallo. Il limone giallo durante questo periodo viene raccolto soltanto nei paesi dove è inverno, cioè nell’emisfero Australe.

Dalle precedenti ovvietà si evince che:

– o soddisfiamo anche noi, azienda siciliana specialista nelle forniture di agrumi, questa domanda importando direttamente il prodotto per venderlo ai nostri clienti;

– o lasciamo che altri importatori italiani o esteri (spagnoli, olandesi, etc) la soddisfino e vendano loro il limone d’importazione ai nostri clienti lasciando libera una fetta di mercato che invece abbiamo consolidato nel tempo.

Per la vendita di questi agrumi importati da paesi esteri viene usata una confezione con una grafica completamente diversa, su questa confezione ciascun consumatore potrà notare l’ indicazione dominante “ORANFRUITS – Agrumi dal mondo”.

Oranfrizer è un fornitore globale di agrumi, lavora e serve i mercati 365 giorni l’anno. Oranfrizer è un’impresa market oriented, mira a soddisfare la domanda senza mai dimenticare l’importanza delle sue origini.

Quando non ci sono i limoni gialli o le arance siciliane, un team di esperti effettua accurate analisi di mercato per l’importazione di  agrumi da altri paesi del mondo al fine di mantenere stabile il rapporto con i clienti e con i consumatori, per garantire ad una realtà economica siciliana con centinaia di addetti sulle spalle qu ella fetta di mercato che altrimenti verrebbe assorbita da qualcun altro.  Oranfrizer d’estate non ferma gli impianti e le maestranze, si continua a lavorare sodo tutti i giorni con la frutta importata e con l’ortofrutta siciliana. Oranfrizer con sede a Scordia in provincia di Catania, nel cuore della Sicilia non si ferma, Oranfrizer va avanti. È un reato? Da sempre, cerchiamo di soddisfare le esigenze dei nostri clienti ed i gusti dei consumatori, sul mercato esistono sia gli agrumi cerati che i prodotti grezzi, la “buccia non edibile” (frase che tanto vi ha sconvolto) si trova solo nel prodotto non cerato. Approfondendo l’argomento, bisogna sapere che la non “edibilità” è intimamente connessa oltre che all’imazalil (autorizzato, consentito e largamente diffuso nei  prodotti della GDO) anche alle cere ed alla glicerina che servono da rivestimento al limone per preservarne freschezza e fragranza, alla stregua della miriade di prodotti che troviamo sugli scaffali dei supermercati dove alcuni conservanti, oltre ad essere consentiti devono essere utilizzati obbligatoriamente per legge. L’imazzalil è un fungicida ad ampio spettro, viene utilizzato in piccolissime dosi nelle miscele di cera e gomma lacca (naturale) per la protezione post raccolta degli agrumi. La molecola ha una bassissima tossicità, non nuoce ai vertebrati ed agisce solo per contatto. Ovviamente e coscenziosamente un prodotto “cerato” non potrà mai avere una “buccia edibile”, sarebbe come dare un morso ad una candela. L’Oranfrizer in merito alle normative cogenti nell’agroalimentare, espone in etichetta gli additivi utilizzati e rende palese che è vietato ingerirne la buccia. In merito alla provenienza del prodotto, bisogna anche sapere che Oranfrizer sottopone ad analisi multi residuale interna (attraverso il proprio laboratorio) ed esterna (presso laboratori accreditati ACCREDIA) ogni lotto di prodotto importato e venduto a marchio. Attraverso il vaglio dell’ufficio qualità, oggi l’elenco delle ditte fornitrici è costituito da aziende solide, serie, fidelizzate  ed altamente qualificate che da anni ci permettono di lavorare con orgoglio ad altissimi livelli di mercato garantendo attraverso l’affidabilità e le certificazioni un elevato livello di sicurezza. L’Oranfrizer è una delle pochissime aziende agroalimentari che può fregiarsi di un laboratorio attrezzato che ci da la possibilità d’eseguire costantemente analisi multiresiduali.

10532375_4858452234595_3403417059220821906_nBisogna inoltre sapere, che ad ogni vendita di prodotto, il committente (in questo caso la GDO), effettua a sua volta un’analisi multiresiduale atta a stabilire se in termine ultimo oltre ai requisiti organolettici, il prodotto soddisfi anche i requisiti legali. L’Italia è lo stato con la normativa agroalimentare più restrittiva ed ogni nostro cliente ha il proprio “discplinare di produzione” generalmente più restrittivo della norma stessa. Oranfrizer si è sempre distinta nell’eccellenza, avvalendosi di professionisti tali da poter soddisfare costantemente le esigenze del mercato, garantendo sempre altissimi standard qualitativi mirati innanzitutto alla garanzia della salute del consumatore.  Al tono brusco con il quale nell’articolo si pretendono spiegazioni dai fratelli Sebastiano e Alessandro Alba rispondiamo chiedendovi perché la redazione giornalistica non ha pensato di contattarli direttamente per chiedere spiegazioni prima di procedere con la diffusione di un’identità aziendale che non appartiene alla realtà che loro amministrano? All’interno del sito, che la redazione ha citato e visitato, ci sono dei recapiti e per garantire una completa e corretta informazione si sarebbe potuto contattare chi di diretta competenza per avere delle risposte. Per quanto riguarda l’immagine della Sicilia, l’alta qualità della frutta inserita nei canali di vendita, la diffusione di conoscenze circa le peculiarità e l’eccellenza dell’ortofrutta siciliana che Oranfrizer quotidianamente distribuisce sia in Italia che all’estero possiamo modestamente garantirle che facciamo del nostro meglio e continueremo a migliorarci.

E se qualcuno non ci risparmia critiche gratuite o pavoneggia nel ledere infondatamente la nostra credibilità riteniamo che possa ricredersi facilmente, basta fare le opportune ricerche e riconoscere la verità delle nostre prevalenti attività realizzate in Italia e nei paesi esteri in cui con gli agrumi esportiamo la cultura, la storia, le arti di Sicilia. Ci sono anche molte altre fonti autorevoli online che descrivono la passione, l’etica e la professionalità con cui Oranfrizer svolge la commercializzazione degli agrumi. Tra le più recenti possiamo segnalarvene una.

http://www.freshplaza.com/article/126376/When-Sicilian-blood-orange-meets-Scandinavian-Coops

Egle Zapparrata, Oranfrizer  s.r.l.

Prendiamo atto delle puntualizzazioni della Oranfrizer, per altro richieste – con “tono brusco”, ma evidentemente efficace  – nell’articolo.  (dlp)

 

 

Scrivi