La commissione Sanità dell’Ars ha accolto l’emendamento, presentato dal vicepresidente Ioppolo, che determina il mantenimento dei reparti di Chirurgia generale e Medicina degli ospedali di Caltagirone e Militello.

L’atto aziendale prevedeva invece la possibilità, entro il prossimo mese di giugno, di accorpare i due reparti riducendoli ad uno.

“Il mantenimento dei due reparti, con i rispettivi primari – spiega Ioppolo – determina la condizione per l’ulteriore potenziamento degli stessi. Era necessario mantenere le due strutture non solo per la notevole distanza tra i due ospedali, ma anche in relazione ai risultati conseguiti nell’ultimo triennio, sia in termini quantitativi che qualitativi degli interventi eseguiti”.       

La commissione ha votato favorevolmente all’unanimità.

Ioppolo non ha mancato di sottolineare la necessità di potenziare la sanità nella zona del Calatino anche per alleggerire gli ospedali del capoluogo.   

“L’approvazione unanime dell’emendamento Ioppolo – ha dichiarato il deputato Nello Musumeci – rende giustizia all’operatività delle due strutture, ma anche alle esigenze che emergono da quel bacino territoriale”. 

 
Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi