ROMA – Si è svolto a Roma il 36° campionato italiano di Othello. Oltre al consueto torneo riservato ai maestri, che assegnava il titolo assoluto, e quello previsto per i giocatori di categoria,  quest’anno è stato introdotto, in via sperimentale, anche un torneo juniores, riservato ai giocatori under 12.

Il torneo si è sviluppato su un girone di qualificazione, che selezionava i primi quattro giocatori per le fasi finali. Il torneo under 12, invece, vista la giovane età dei partecipanti, si è giocato in un’unica tornata.

Tra i giovanissimi la vittoria è andata al piccolo Alessandro Ortiz, di sette anni, che si è imposto su Valentino Giannini, di nove. Un caloroso augurio da tutta al federazione per questi due piccoli campioni di cui, sicuramente, sentiremo ancora parlare in futuro.

Avvincente poi il torneo riservato ai giocatori di categoria, dove al termine del girone eliminatorio conquistavano la finale Francesco Privitera, Leonardo Caviola, Chiara Gigliucci e Serena Vecchi.

Le semifinali davano ragione ai due ragazzi che conquistavano l’accesso alla finale, dove si imponeva di misura Francesco Privitera dopo due partite combattute. La finale per il terzo posto vedeva invece la vittoria di Serena Vecchi, che conquistava così anche il titolo femminile. Di seguito il tabellino riassuntivo:

Semifinali:

Caviola – Gigliucci = 2-0 (43-21, 39-25)

Privitera – Vecchi = 2-0 (38-26, 48-16)

Finale primo posto:

Privitera – Caviola = 2-0 (37-27, 37-27)

Finale terzo posto:

Vecchi – Gigliucci = 1-0 (32-32) – Serena Vecchi si classifica terza grazie allo spareggio tecnico

DSC_7677Il torneo riservato ai maestri si è svolto  all’insegna del massimo equilibrio. E’ stato necessario aspettare fino all’ultimo turno per avere la rosa dei finalisti, complici anche alcuni risultati un po’ fuori pronostico. Alla fine la spuntavano i due romani, Francesco Marconi e Alessandro Di Mattei, e i due milanesi, Michele Borassi e Donato Barnaba.

Nelle semifinali si imponevano Marconi e Borassi, i due giocatori più titolati del torneo, nove titoli di campione italiano il primo, sette titoli il secondo. Dovevano accontentarsi della finalina i due sconfitti Di Mattei, che giungeva poi terzo, e Barnaba, che chiudeva al quarto posto.

La finale assoluta si rivelava anch’essa molto combattuta ed equilibrata, nelle prime due partite, con una vittoria ciascuno per i due contendenti. Nella terza e decisiva partita si imponeva però in maniera abbastanza netta Michele Borassi, che conquistava così il titolo italiano per l’ottava volta. Nulla da fare per Francesco Marconi che deve rimandare la conquista della “stella” del decimo titolo. Di seguito il tabellino riassuntivo:

Semifinali:

Borassi – Di Mattei = 2-0 (34-30, 34-30)

Marconi – Barnaba = 2-0 (47-17, 50-14)

Finale primo posto:

Borassi – Marconi = 2-1 (29-35, 33-31, 46-18)

Finale terzo posto:

Di Mattei – Barnaba = 1-0 (38-26)

Il vincitore oltre alla coppa e ai complimenti di tutta la FNGO, conquista anche il diritto a far parte della squadra azzurra per i prossimi mondiali che si svolgeranno a novembre in Thailandia.

Prossimi tornei di Othello

5-8/09/2014 Bangkok Campionato del mondo

www.fngo.it

https://www.facebook.com/groups/40289867717/

Scrivi