È’ iniziata ieri mattina la competizione più attesa per  Elias e Muhamed, due migranti giunti sulle coste siciliane a bordo di barconi e che fino al 4 luglio prossimo parteciperanno, insieme ad un equipaggio di skipper siracusani, a bordo della barca “Ottovolante”, al campionato mondiale di Vela ORC World Championship 2015 che si svolge a Barcellona.

Settecentotrenta miglia dividono Barcellona da Siracusa. Dopo sei giorni di navigazione Ottovolante ha raggiunto la città che ospita il Campionato mondiale di Vela – ORC World Championship 2015.

“Una parte dell’equipaggio – spiega il comandante Fabio Santoro – si è occupato del trasferimento di Ottovolante. A bordo anche Elias e Muhamed che hanno insistito per partecipare al trasferimento della barca. In questa occasione hanno dato ulteriore prova di essere diventati due skipper straordinari”.

Adesso, per Elias e Muhamed e per il resto dell’equipaggio, è iniziata la competizione vera e propria. Da ieri, 29 giugno, l’equipaggio di Ottovolante affronterà  sei giorni di regate inshore ed offshore (4 sulle boe e 1 regata lunga). La flotta è divisa in tre classi, ognuna delle quali avrà il proprio Campione del Mondo ORC.

98 le imbarcazioni registrate, 24 quelle italiane  tra cui Ottovolante,

suddivise in ORC A (imbarcazioni più grandi), ORC B (imbarcazioni medie, tra queste l’equipaggio di “Ottovolante”) e ORC C (barche più piccole).4 i continenti coinvolti: Europa, Asia, America e Oceania23 paesi in lotta per il titolo: Spagna, Italia, Lettonia, Germania, Ecuador, Svizzera, Perù, Stati Uniti d’America, Russia, Thailandia, Francia, Isole Marshall, Regno Unito, Ucraina, Isole Vergini, Estonia, Brasile, Repubblica Ceca , Danimarca, Portogallo, Belgio, Estonia e Paesi Bassi si contenderanno i titoli nelle acque del Mediterraneo, ​​sotto l’organizzazione del Real Club Nautico de Barcelona.

Scrivi