mostra barone 2 (1)CATANIA – Dedicate ai prodotti d’eccellenza dell’agricoltura e della gastronomia etnea, le immagini di Paolo Barone faranno da cornice al chiostro di Palazzo Minoriti sino alla fine del mese di agosto. I soggetti delle foto, in un percorso visivo del gusto, spaziano in quel patrimonio di sapori, unico e irripetibile, che fa del territorio etneo una meta sublime per il palato. La mostra, con ingresso gratuito, è stata inaugurata dal commissario straordinario della Provincia, Paola Gargano, e dallo stesso fotografo Paolo Barone, alla presenza di autorità e di dirigenti dell’Ente. In particolare, hanno visitato la mostra illustrata dall’artista il dottor Enrico Gullotti, vicario del Prefetto; l’on. Giovanni Burtone; il sindaco di Militello Val di Catania, Pippo Fucile, e quello di San Cono, Nuccio Barbera.

«Favorire la divulgazione delle tipicità agroalimentari a vantaggio dell’economia produttiva e dell’indotto del territorio provinciale rientra tra gli obiettivi di questa amministrazione – ha affermato il commissario straordinario, Paola Gargano -. Tanto più che, grazie a caratteristiche ambientali, clima e tecniche di produzione, molti  alimenti hanno ottenuto i prestigiosi marchi di qualità rilasciati dalla Ue. La pregevole mostra di foto valorizza, nei suoi quaranta pannelli, il meglio delle produzioni naturali e dei lavorati di tutta l’area etnea».

La promozione delle specialità etnee immortalate dagli “scatti” riproducono alcune prelibatezze: dalla “pasta alla Norma” agli “arancini di riso” e le “scacciate”, dalle arance rosse all’uva da tavola di Mazzarrone, dal ficodindia di San Cono al carciofo “violetto ramacchese” e al pistacchio di Bronte, dal pescato del Mar Jonio alle sarde salate e alla tradizione ittico-conserviera, dal profumo delle mele “cola” dell’Etna e delle pere “coscia” brontesi ai limoni e alle granite dell’acese, dal rosso robusto del “nerello mascalese” alle molteplici composizioni dei sapori dell’autunno, al miele di Zafferana Etnea, al grano, alle fragranze del pane di Raddusa e alle delizie da forno, all’olio buono di frantoio e alle olive da tavola declinate in vari i modi, alla ricotta e alla bontà della tradizione casearia, alle irresistibili tentazioni dell’arte dolciaria.

Le luci e colori delle foto, attentamente dosati, vogliono anticipare con una seduzione visiva un viaggio alla scoperta dei sapori unici e irripetibili che il territorio è in grado di offrire.

«L’allestimento scenografico del set di ripresa delle immagini è realizzato con l’ausilio di utensili e oggetti in disuso – ha affermato Paolo Barone – per testimoniare gli usi e i costumi del recente passato, sapiente e genuino, alle nuove generazioni».

Alcune di queste immagini sono già state presentate in mostre personali dell’autore, rivolte a promuovere la Sicilia, già realizzate in Brasile (San Paolo, Brasilia, Porto Velho, Curitiba, Porto Alegre), in Cina (Pechino), Germania (Colonia), Regno Unito (Londra).

La mostra, nei mesi di settembre e ottobre, sarà trasferita alle Ciminiere e si concluderà in contemporanea all’Expo di Milano.

L’esposizione è visitabile (con ingresso da via Etnea 73 ) dal lunedì al sabato, dalle  ore 10 alle 20.

Scrivi