PALERMO – Poteva finire male per un vigile che nel tardo pomeriggio di ieri si è visto costretto al sequestro di un motociclo Honda Sh, risultato privo del tagliando assicurativo, ad una coppia di palermitani venticinquenni in via Galileo Galilei, inizialmente fermati solo per un controllo di routine.

All’arrivo del carro attrezzi però, la situazione ha cominciato a degenerare: mentre infatti il proprietario del mezzo cercava di ostacolare l’operazione di sequestro, la donna ha sferrato un colpo di casco sulla schiena di uno degli agenti. Condotti al Comando di via Dogali, i due sono stati quindi denunciati per resistenza e violenza a pubblico ufficiale, oltre al sequestro della moto ed alle sanzioni previste per le violazioni al Codice della Strada.

Il sindaco Leoluca Orlando ha subito condannato lo spiacevole episodio. “Esprimo solidarietà alla Polizia Municipale – ha dichiarato il primo cittadino – i cui uomini garantiscono, ogni giorno, la sicurezza e il rispetto della legalità in tutta la città. Casi come questo sono intollerabili”.

Solidarietà è giunta anche dall’Idv, nella persona dei consiglieri comunali Idv di Palermo Paolo Caracausi e Filippo Occhipinti: “Esprimiamo vicinanza e solidarietà al vigile urbano aggredito ieri in via Galileo Galilei, mentre svolgeva il proprio servizio. La Polizia Municipale opera in condizioni sempre più difficili e l’amministrazione comunale deve garantire la sicurezza dei propri agenti. Un sentito ringraziamento a tutto il Corpo, che ogni giorno con abnegazione e impegno si mette al servizio della città”.

Teresa Fabiola Calabria

Scrivi