PALERMO – Dieci anni di attività rivolte alle famiglie e ai bambini stranieri e palermitani, offrendo sostegno ai quei genitori che, dovendo andare a lavorare, hanno bisogno di lasciare i propri figli a persone fidate. A oggi parliamo di una cinquantina di famiglie, che usufruisce anche dello sportello di ascolto, e di circa 70 minori per i quali la sede dell’associazione “La Casa di Tutte le Genti”, in via Cantù 1, nei pressi del Castello della Zisa, è sempre aperta anche durante le vacanze.

E, proprio per celebrare al meglio il percorso compiuto in questi dieci anni, domenica 25 ottobre, allo Spazio Tre Navate dei Cantieri Culturali della Zisa, prenderà vita il primo “Festival di Tutte le Genti” che, per tutto il pomeriggio e la serata, vedrà alternarsi artisti di diverse etnie, pronti a rendere speciale questo evento. «Sono stati dieci anni belli ma difficili – spiega la presidente, la capoverdiana Zenaida Boaventura – anche perché le attività e i servizi che abbiamo offerto a chi ci chiedeva aiuto ci hanno visto impegnati economicamente sempre in prima persona. Certo, c’è stato chi ci ha aiutato, ma ben poca cosa rispetto alle tante e crescenti esigenze. Domenica vogliamo che sia una giornata di grande festa, insieme agli amici che hanno creduto in noi sposando il nostro progetto».

Il via alle danze sarà dato alle 15.30 dalla presidente dell’associazione, alla quale spetterà il compito di tagliare il nastro e introdurre la sfilata dei bambini e la kermesse di balli del mondo che inaugureranno la parte più animata del Festival. Seguiranno i ritmi e le percussioni del Senegal e di Capo Verde e, subito dopo, l’attesa esibizione di Jerusa Barros, fresca dell’uscita del suo nuovo lavoro discografico dal titolo “Di un solo colore”. Sarà, poi, la volta della Capoeira dell’“Associaçào Cultural Naçào Capoeira”, della performance di Vanessa Dos Santos, ballerina di samba, dei giochi di Fuoco di Essanh Augustin, artista della Costa d’Avorio, infine del gruppo capoverdiano Tchiss Lopes con le sue coinvolgenti percussioni.

Nel frattempo i bambini presenti potranno divertirsi con i laboratori di creatività pensati proprio per loro, mentre le mamme de “La Casa di Tutte le Genti” prepareranno tutta una serie di squisiti e colorati piatti multietnici, da gustare durante l’aperitivo che avrà inizio alle 20:00. Per poterli assaporare, è previsto un contributo di 10 euro che andrà a sostenere le attività portate avanti dall’associazione in favore dell’infanzia e delle famiglie immigrate di Palermo.

Numerosi altre saranno le modalità e formule con le quali potere aiutare “La Casa di tutte le genti”. Per scoprirlo, basterà partecipare al “Festival di tutte le genti” e trascorrere una domenica assolutamente diversa.

T.C

Scrivi