PALERMO – Si chiama “La luna in mezzo al mare” ed è la nuova fatica cinematografica di Manfredi Russo, attore e regista palermitano che ieri sera, presso il cineteatro Gaudium di via Almeyda n.32 ha avuto un piacevole riscontro da parte del pubblico in sala, che ha applaudito e riso più volte.

La serata, ad ingresso gratuito fino esaurimento posti, ha visto avvicendarsi sullo schermo diversi cortometraggi, tutti con Russo nel doppio ruolo di attore e regista: da “Chiamate un’ambulanza”, cortometraggio attualmente in concorso ed in selezione ufficiale in diversi Festival Nazionali ed Internazionali, a “Il sogno americano” vincitore dell’edizione 2015 del Festival del Cinema di Todi, per poi passare all’omaggio del giovane artista alla

copyright Alfredo Gippetto

copyright Alfredo Gippetto

sua classe di giovanissimi alunni -composta da Simona Bonaccorso, Giuseppe Cirano, Grazia Locascio, Carlotta Montana, Giulio Gelarda, Enrico Gippetto, Antonella Nevoloso, Antonella Rizzo, Marta Renda, Salvatore Ficarra e Beatrice Montana- che hanno composto il corso professionale “Directing and acting for Camera” presso l’Istituto paritario Seneca.

Ha concluso il ciclo di proiezioni “La luna in mezzo al mare”, che, come affermato dallo stesso Russo: “Attraverso il fil rouge di un Karaoke” racconta “le storie di tre ragazzi (due ragazzine ed un ragazzino), alle prese rispettivamente con i problemi dell’anoressia, del fenomeno delle baby squillo e del bullismo legato all’omofobia, il tutto condito dagli spaccati familiari e sociali che li circondano. Il finale a sorpresa, rimarca l’ipocrisia sociale che spesso, si cela dietro il perbenismo degli insospettabili”. Il cortometraggio, di e con Manfredi Russo, è prodotto da Cinemapro, e vede assistente alla Regia Federico La Rosa, operatore alla Camera Veronica Randazzo, assistente camera Massimiliano Farinella, fonico presa diretta Roberto Garilli Seregni Steri.

Da sottolineare l’omaggio affettuoso del giovane artista ad Anna Ramolaccio, in arte “Miss Gadget” nota per la sua presenza televisiva negli studi di tgs dove non mancava mai di portare degli oggetti confezionati da lei stessa in onore del Palermo calcio, recentemente scomparsa in seguito ad una lunga malattia.

Si è inoltre distinto Nick Merendino, artista palermitano che ha collaborato già altre volte con Russo – è presente infatti nel cortometraggio “Chiamate un’ambulanza”, in “Cose di questo mondo” e infine ne “La luna in mezzo al mare”. L’attore, elegantissimo come sempre, ha dispensato sorrisi e pacche sulla spalla.

Teresa Fabiola Calabria

Scrivi