PALERMO – Quella di giorno 15 è stata una domenica densa di appuntamenti all’insegna della cultura, presso il teatro Politeama di Palermo. Sono stati infatti premiati presso il teatro Politeama, i vincitori della prima edizione del premio giornalistico-letterario dedicato alla memoria di Piersanti Mattarella, ucciso dalla mafia il 6 gennaio 1980. A dare il “la” d’avvio all’evento, una toccante cerimonia a cui hanno preso parte 60 bambini della scuola Piersanti Mattarella di Palermo: entrati uno alla volta e, dopo aver pronunciato il nome di una vittima della mafia, ognuno di essi ha depositato una rosa rossa nel cesto al centro del palco del teatro, cesto rimasto per tutta la serata al centro del palco. Successivamente, 2 minuti di silenzio per tutte le vittime della mafia e per gli atti terroristici di Parigi hanno chiuso la prima parte del programma, proseguito con la lettura dei telegrammi di congratulazioni e saluti per l’iniziativa da parte del presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, dal presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi e dal presidente del Senato, Piero Grasso.

Vincitrice del premio Mattarella Angela Camuso “Mai ci fu pietà” Castelvecchi Editore, premiata da Orazio Santagati, presidente della Onlus Memoria nel cuore, ed ideatore del premio_mattarella_2015Premio Piersanti Mattarella 2015. Il rettore dell’Università di Palermo Fabrizio Micari inoltre ha consegnato alla vincitrice il premio sigillo Ateneo. Seconda classificata Nadia Toffa “Quando il gioco si fa duro” Rizzoli Editore, premio consegnato dalla dott.ssa Antonietta Greco Giannola, segretario generale e organizzatrice del Premio. 

Vincitore sezione Ebook Sara Dellabella “L’altra faccia della Calabria”, premio consegnato dal vice presidente della Onlus memoria nel cuore, Francesco Alotta. Vince, nella sezione dedicata agli articoli giornalistici Pietro Scaglione, col suo pezzo intitolato “Quando la mafia non esisteva”, premio consegnato dal presidente Orazio Santagati.

La consegna dei premi, avvenuta in serata, è stata preceduta da un convegno dal titolo “Il recupero del senso del dovere” dedicato alla rievocazione storica dell’impegno civile e istituzionale di Piersanti Mattarella. Sotto la moderazione di Filippa Dolce, sono intervenuti il presidente della Onlus HaTikvah Israel e ideatore del Premio Orazio Santagati, Il vice presidente dell’assemblea regionale siciliana on. Giuseppe Lupo, il rettore dell’Università di Palermo, Fabrizio Micari, il presidente dell’Ordine degli avvocati di Palermo. avv. Francesco Greco, il presidente dell’Accademia della Politica Bartolo Sammartino, l’arcivescovo Di Monreale, mons. Michele Pennisi, il procuratore Mirella Agliastro, il questore di Palermo Guido Nicolò Longo, Il questore di Trapani, Maurizio Agricola, la collaboratrice dell’onorevole Piersanti Mattarella Giuseppina Terranova, la fotoreporter Letizia Battaglia e il vice direttore di Africa Express Cornelia Isabelle Toelgyes.

Sono state infine consegnate le targhe Piersanti Mattarella al libro fotografico “Diario” alla foto reporter palermitana Letizia Battaglia che ha commosso tutti con le sue dichiarazioni storiche e l’amore per la città di Palermo. Letizia Battaglia ha infine dichiarato che è il primo premio che riceve da Palermo, premio consegnatole da Orazio Santagati. Il secondo premio speciale “Rosario Macaione”, consegnato all’autore dal fratello del compianto Rosario Macaione, Nicola Macaione, è andato al libro “Notizie dall’isola di Eufrosine” di Enrico Pierfelice.

T.C

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi