PALERMO – In tempo di crisi tocca un po’ a tutti stringere la cinghia e, inutile negarlo, si cerca di risparmiare sulle spese di ogni giorno, andando a far compere nei mercatini rionali, luoghi questi che, spesso e volentieri, non sono però esempi specchiati di sicurezza.

La commissione Attività Produttive del comune di Palermo, presieduta da Paolo Caracausi (Idv), si è fatta quindi promotrice di un incontro per la messa in sicurezza dei luoghi destinati a ospitare il mercato rionale denominato “Brancaccio” in via Di Vittorio. All’incontro erano presenti oltre ai componenti della commissione, ovvero Alessandro Anello, Paolo Caracausi, Carlo Di Pisa, Cosimo Pizzuto e Antonino Sala, anche i tecnici della Rap, dell’Amap, della Manutenzione strade, del Settore Ambiente, del Suap e il presidente della Seconda Circoscrizione. Gli intervenuti hanno manifestato massima disponibilità ad attivarsi con sopralluoghi preliminari. 

“Oggi è stato fatto un grande passo in avanti dopo l’individuazione dell’area e la stesura del progetto – dice Caracausi (Idv) – quest’area, così come concepita, potrebbe essere un modello per gli altri mercati. Il tema dei mercati rionali è di competenza del consiglio comunale e la localizzazione di nuovi siti più confacenti alle esigenze di residenti e operatori è una priorità per la commissione. L’incontro ha consentito di stilare una pianificazione degli interventi da effettuare, ovvero pulizia da rifiuti e sterpaglie, ripristino delle condizioni di sicurezza della strada e dei cordoli del marciapiede, sistemazione delle caditoie per le acque piovane, verifica della sicurezza elettrica dei pali dell’illuminazione pubblica. Gli interventi avranno inizio entro la prima metà di aprile e dovrebbero concludersi entro il mese”. 

Soddisfatto anche Antonino Sala(Mov139): “L’intervento della commissione è stato utile per sensibilizzare le parti interessate raggiungendo lo scopo di una pianificazione di interventi. Qualora il sito non sarà sede del mercato, si sarà realizzato un intervento comunque a vantaggio dei luoghi. Il progetto dovrebbe subire minime variazioni per tenere conto anche delle eventuali ubicazioni dei servizi igienici e presidi di sicurezza”. 

Alessandro Anello(Ncd),vicepresidente della Seconda circoscrizione a Palazzo delle Aquile, commenta così l’esito dell’incontro: “Grazie all’impulso dato dalla commissione – dice– lo spostamento avrà un’accelerazione indispensabile vista la situazione di emergenza che si è creata con l’attivazione della linea 1 del tram. Auspico inoltre che l’assessore possa accelerare l’iter amministrativo per lo spostamento”.

Teresa Fabiola Calabria

Scrivi