PALERMO – La Giunta comunale ha approvato il progetto delle opere per “Adeguamento e potenziamento dell’impianto di depurazione di Acqua dei Corsari” sviluppato a livello definitivo per l’Appalto di progettazione ed esecuzione dei lavori, per l’importo complessivo di circa 26,6 milioni di euro, ai fini del finanziamento da parte del competente Dipartimento Regionale dell’Acqua e dei Rifiuti. L’intervento, infatti, rientra tra i tredici previsti per il territorio comunale di Palermo, per complessivi 100 mln di euro circa, finanziati nell’ambito dell’Accordo di Programma Quadro (A.P.Q.) “Depurazione delle Acque Reflue” stipulato il 30 gennaio 2013 fra il Ministero dello Sviluppo Economico, il Ministero dell’Ambiente del Territorio e del Mare, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e la Regione Siciliana, in attuazione all’art. 3 della citata Delibera CIPE n. 60 del 30/04/2012 per la risoluzione della procedura d’infrazione aperta dalla UE. Il progetto è funzionale al trattamento dei reflui derivanti dal potenziamento delle linee di trattamento, in funzione dell’entrata in esercizio delle nuove opere di collettamento delle fognature cittadine allo stesso impianto, che porteranno il bacino di utenza servito da 440.000 ad 880.000 abitanti. Con questo potenziamento, il depuratore, che diverrà l’unico della città, potrà trattare depurandoli tutti i reflui urbani, evitando gli scarichi già previsti nell’area marina protetta di Capo Gallo.

litorale_palermo_vista_monte_pellegrino“Quest’opera, strategica per il disinquinamento di tutto il litorale di Palermo – commentano il sindaco Leoluca Orlando e l’assessore ai Lavori pubblici, Emilio Arcuri – è parte del programma di opere presentate dal Comune di Palermo che la scorsa estate il tavolo tecnico presso il Ministero dell’Ambiente ha riconosciuto efficace per la risoluzione della procedura d’infrazione delle norme comunitarie in materia di depurazione delle acque reflue per il territorio del Comune di Palermo. A seguito di questa approvazione la Regione dovrà emettere il relativo decreto di finanziamento così da giungere alla concreta esecuzione delle opere. Il Comune di Palermo ha già approvato ed attende i decreti di finanziamento di altre 6 opere, la rete fognaria del quartiere Marinella, la rete fognaria di Sferracavallo, la rete fognaria di Pomara e via Messina Montagna, la rete fognaria di via Agnetta ed Etna, la rete fognaria di via Valenza e la rete fognaria di via Palmerino, Molara, Oneto e fondo Badami. Con quest’opera sono oltre 36 i milioni di euro immediatamente cantierabili dipendenti dai decreti regionali di finanziamento provenienti dai fondi Statali”

di Teresa Fabiola Calabria

Scrivi