Palermo – Come nasce il gelato? Come veniva prodotto? Come si diffuse? A queste domande risponde il Libro di Luigi Romana: “Alle origini del gelato. Dalla aromateria alla gelateria” che verrà presentato mercoledì 22 luglio,  alle ore 18,00, presso la Soprintendenza del Mare (Palazzetto Mirto) in Via Lungarini, 9 a Palermo, nell’ambito della manifestazione Un’Estate con SiciliAntica. Sono previsti gli interventi di Alfonso Lo Cascio, della Presidenza Regionale SiciliAntica e dello Storico Rosario Termotto. A seguire un assaggio di gelato artigianale.

Il libro di Romana ripercorre la storia del gelato dalle origini fino ai giorni nostri. Da quando nel 1500 il gelato, o meglio le bevande fredde, erano considerate un farmaco. Inoltre  carca di spiegare come venivano “gelate” le bevande quando non erano ancora stati inventati i frigoriferi. Un viaggio all’interno di una società fatta di credenze popolari, principi di chimica e la tanta passione dei primi gelatai. Il racconto di come nasce il gelato artiginale preparato con materie prime fresche e non con le “basi” che di norma contengono ingredienti industriali che sviliscono l’artigianalità del prodotto.

Luigi Romana è nato a Caltavuturo, un paese delle Madonie, ha sempre mostrato una notevole inclinazione alla ricerca archivistica di storia locale. Ha curato l’atlante dei beni culturali di Caltavuturo e nel 2007 ha pubblicato il libro “Neviere e nevaioli”, dalla cui attività di ricerca è poi nato l’attuale “Alle origini del gelato”.

Luigi Romana ha scelto di divulgare gratuitamente il libro che si può scaricare direttamente da internet in formato PDF.

Scrivi