PALERMO – Continua l’odissea dei lavoratori del call center Almaviva a Palermo. Nonostante le molte rassicurazioni infatti, continuano ad essere a rischio licenziamento i milioni di impiegati presso il call center che gestisce le comunicazioni telefoniche di numerosi colossi del settore.

Per questo motivo l’Italia dei Valori ha deciso di scendere in campo a sostegno di questa lotta la cui fine sembra ancora lontana. Come si legge infatti all’interno di una nota diramata da Idv: “I senatori dell’Italia dei Valori Alessandra Bencini e Maurizio Romani su sollecitazione del consigliere comunale dell’idv Paolo Caracausi, hanno  presentato un’interrogazione ai ministri del Lavoro e dello Sviluppo sulla vicenda della sede palermitana del gruppo AlmavivA, da tempo interessata dai contratti di solidarietà difensivi, in scadenza il 31 maggio 2016”, interrogazione in cui si legge che “la sede AlmavivA di Palermo, che vede 2 siti operativi dal 2001, gestisce i servizi di assistenza telefonica per importanti clienti quali Tim, Vodafone, Wind, Fastweb, Sky, Alitalia, Trenitalia, Inps, American Express, Amg, Eni, Regione Toscana, occupando circa 5.000 addetti”, ed ancora che “le forti preoccupazioni per il futuro dei lavoratori coinvolti riguardano tanto la salvaguardia di migliaia di posti di lavoro quanto il futuro dell’economia per l’intera regione Sicilia”.

“Ad oggi – si legge nell’atto parlamentare – si attende la data di convocazione del tavolo nazionale, dopo gli impegni assunti dalla Regione, affinché la crisi vissuta dalle sedi palermitane di AlmavivA possa essere considerata nazionale. L’interrogazione chiede dunque di sapere “quali iniziative intendano intraprendere i suddetti ministri per verificare la concretezza delle politiche industriali del gruppo AlmavivA e, conseguentemente, per fare chiarezza sulle prospettive occupazionali dei lavoratori dei siti di AlmavivA a Palermo”.

Intanto sui social, cresce l’indignazione dei lavoratori che specialmente su Twitter hanno lanciato l’hashtag #siamotuttiAlmaviva seguito da #Renzisveglia annunciando inoltre lo sciopero a Roma per l’11 marzo prossimo.

Teresa Fabiola Calabria

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi