PALERMO – Riceviamo e pubblichiamo: “Sono trascorsi 20 giorni dall’inizio dei nuovi lavori per l’anello ferroviario in via Emerico Amari e anche oggi il cantiere vede la presenza di pochissimi operai. I commercianti sono esasperati nel vedere crollare i propri incassi, nell’indifferenza di quanti dovrebbero vigilare affinché il cantiere si concluda il prima possibile”. Lo dice il presidente della commissione Attività produttive del comune di Palermo Paolo Caracausi (Idv)”.

“Le richieste avanzate dalla associazione dei commercianti e residenti di via Amari non sono state ad oggi soddisfatte malgrado gli impegni assunti – continua Caracausi – in particolare risulta ancora non smontato il ponteggio collocato nel palazzo della Camera di commercio, malgrado l’impegno assunto, come non risultano ancora adeguatamente illuminati gli spazi pedonali per la sicurezza delle persone e delle attività, così come tutti gli altri punti presentati in occasione dell’incontro ai Crociferi. I lavori di spostamento dei sotto servizi che dovevano essere completati già da giorni sono ancora da definire e creano ulteriori disagi alle attività che ricadono oltre via La Masa. I commercianti che hanno dimostrato grande senso di responsabilità, dichiarando la propria disponibilità ad accompagnare la nascita di questa opera, sono fortemente preoccupati nel costatare che i lavori procedono lentamente e del disinteresse mostrato verso i loro problemi. Il sindaco prenda per mano la situazione e intervenga immediatamente per non far sentire soli e abbandonati i commercianti e gli artigiani di via Amari”.

T.C

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi