di Teresa Fabiola Calabria

PALERMO – Doveva sembrare un colpo di facile attuazione, invece i ladri, almeno questa volta, sono stati costretti alla fuga da chi, secondo i loro programmi, avrebbero dovuto rapinare, possibilmente senza farsi cogliere in flagrante. Alle cinque di mattina infatti, una coppia di ladri ha tentato di introdursi all’interno di un’abitazione del quartiere San Lorenzo, in cui vivevano moglie e marito, entrambi anziani. Forse a causa del sonno leggero dell’uomo, forse qualche mossa incauta dei ladri che hanno provocato qualche rumore di troppo, sta di fatto che il marito, allarmato da rumori sospetti, ha impugnato la pistola custodita in camera da letto -arma regolarmente detenuta- e ha esploso alcuni colpi di arma da fuoco contro i due delinquenti, armati di coltello, che già avevano fatto man bassa di oggetti preziosi. I due si sono dati immediatamente alla fuga ma senza riportare ferite: i colpi del pensionato infatti, fortunatamente per loro, non sono andati a segno. Sul posto è arrivata la Polizia che sta tutt’ora indagando.

Scrivi