PALERMO – Nella giornata odierna, la Polizia di Stato ha arrestato cinque dipendenti della Rap, ditta partecipata che gestisce la raccolta di rifiuti a Palermo.

I dipendenti della ditta, Antonio Cardinale, Giovanni Di Franco, Carmelo Iacò, Francesco Mancuso e Salvatore Messina, infatti, quotidianamente rubavano carburante e beni aziendali durante le ore di lavoro: come accertato dalle indagini, dal 2013 al 2014 sarebbero stati trafugati circa 300 litri di gasolio al giorno. Roba da esperti!

L’indagine, condotta dal commissariato di polizia di Brancaccio e coordinata dal pubblico ministero Piero Padova e dal procuratore aggiunto Dino Petralia, ha imposto gli arresti domiciliari ai cinque operai, mentre il gip ha disposto la misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per Accursio Cacciabaudo, Rosario Giglietti, Maurizio Lanzarone, e Girolamo Iacò, tutti tranne quest’ultimo sotto contratto con la Rap.

Ma non solo carburante: gli uomini erano soliti rubare anche tute da lavoro, sacchi, mazze, scope ma anche carta igienica e detersivi di proprietà dell’azienda e sottratti dagli indagati.

Scrivi