PALERMO – La vera nobiltà è appartenere ad una famiglia aristocratica o avere un animo nobile? Nel dubbio, chi li possiede entrambi parte sicuramente avvantaggiato. E’ il caso di un avvocato palermitano, Emmanuele Francesco Maria Emanuele, discendente da una delle più illustri ed antiche casate storiche della Spagna e dell’Italia meridionale, barone di Culcasi e dei marchesi di Villabianca, è avvocato cassazionista, economista, banchiere, esperto in materia finanziaria, tributaria ed assicurativa, oltre che saggista.

Il mecenate in questione ha permesso, tramite una cospicua donazione, la realizzazione del più importante centro per indagini endoscopiche del meridione, che verrà inaugurato oggi, 17 dicembre alle 17:00, all’ospedale Buccheri La Ferla Fatebenefratelli di Palermo, il nuovo centro di Eco.Endoscopia, dotato di apparecchiature all’avanguardia più efficaci per giungere ad una diagnosi; finanziato dalla Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo, presieduta da Emmanuele Francesco Maria Emanuele. La Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo ha donato al nosocomio una strumentazione di endoscopia digestiva innovativa che permetterà di aumentare in maniera considerevole il numero di prestazioni a favore dei pazienti, e diminuire i tempi di attesa. Sono stati donati un gastroduodenoscopio, un colonscopio, un duodenoscopio a visione laterale, e un eco endoscopio, quest’ultimo in dotazione soltanto in pochissimi centri della Sicilia. 

“Questa nuova dotazione di apparecchiature endoscopiche – dichiara il presidente della provincia romana dei Fatebenefratelli, Fra Gerardo D’Auria, O.H. – consentirà all’Ospedale di raggiungere i più elevati livelli tecnologici attualmente disponibili in tale ambito. Grazie alla donazione da parte della Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo, si avrà un vantaggio sia per gli operatori che avranno a disposizione apparecchiature e dispositivi di ultima generazione, sia per i pazienti che potranno contare su un ulteriore innalzamento della qualità delle cure prestate offrendo un’assistenza sempre più umana”.

“Sono particolarmente felice di aver contribuito con la donazione delle quattro strumentazioni che compongono l’apparecchiatura di eco-endoscopia – ha affermato il presidente della Fondazione Terzo Pilastro – Italia Mediterraneo, prof. Avv. Emmanuele F. M. Emanuele – al miglioramento qualitativo delle prestazioni di questo prestigioso Ospedale. L’efficacia e la precisione della diagnostica, infatti, costituiscono una parte importantissima nell’aspettativa di guarigione dei pazienti affetti da patologie insidiose quali le neoplasie. Poter, dunque, consentire ad una struttura di eccellenza come il Fatebenefratelli di offrire ai malati una diagnosi più completa e analitica in caso di tumori all’apparato digerente, oggi drammaticamente così diffusi, è un passo fondamentale della moderna sanità, quella che noi ci impegniamo da sempre a promuovere e sostenere”.

Programma dell’inaugurazione:

  • Ore 17:00 saluto del presidente Fatebenefratelli, Fra Gerardo D’Auria O.H.
  • Ore 17:10 Intervento prof. Emmanuele F.M. Emanuele
  • Ore 17:30 Illustrazione nuovo polo endoscopico, direttore U.O.C. di Medicina, Ospedale Buccheri La Ferla Fatebenefratelli, dott. Audenzio D’Angelo.
  • Ore 17:40 Benedizione locali, Superiore Ospedale Buccheri La Ferla Fatebenefratelli, Fra Luigi Gagliardotto O.H.
  • Ore 18:00 Inaugurazione e visita locali
  • Ore 18:30 Cocktail

Teresa Fabiola Calabria

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi