PALERMO – “L’ennesimo stop ai cantieri dell’anello ferroviario dimostra  ancora una volta la fragilità di un’azienda, la Tecnis, non all’altezza dei lavori da portare avanti. I commercianti di via Emerico Amari stanno vivendo una situazione tragica che li sta portando al fallimento. Invito il sindaco e Rfi a sospendere i cantieri e a ripristinare lo stato dei luoghi, fino a quando non ci sarà un chiarimento definitivo in un tavolo tecnico da convocare con la massima urgenza con i vertici della Tecnis e il Prefetto di Palermo. Non si può continuare a far finta di nulla, la città è già in ginocchio per la crisi economica e ancora di più per tutti i cantieri aperti il cui futuro ad oggi appare incerto”. Lo dice il presidente della commissione Attività Produttive del comune di Palermo Paolo Caracausi (Idv).

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi