PALERMO − “Purtroppo bisognerà demolire entrambe le carreggiate e non una come si ipotizzava inizialmente”. Così il ministro per le infrastrutture, Graziano Delrio, dopo un primo sopralluogo, assieme a tecnici, ingegneri e geologi di Anas e Protezione Civile, sul ponte Himera, lungo l’autostrada A19 Palermo-Catania, dove due piloni, colpiti da una frana, hanno ceduto.

“Oggi ho firmato il provvedimento per l’istituzione di una commissione d’inchiesta per fare luce sul cedimento. Le risorse le troveremo perché è assolutamente indispensabile ripristinare questa opera”. E per la soluzione tampone, ha aggiunto: “Dobbiamo impegnarci a evitare un danno economico per la Sicilia, che potrebbe essere rilevante, causato dall’interruzione di questa arteria”. L’intenzione sarebbe quella di aprire un’arteria secondaria sulla provinciale 24 e la statale 120 con una deviazione collegata allo svicolo Scillato.

“Abbiamo fatto i sondaggi per la ricostruzione delle due carreggiate, 300 metri di ponte e cinque piloni, prudenzialmente occorreranno dai 18 ai 24 mesi”. Sui costi Delrio non si è sbilanciato anche se l’Anas conferma che la cifra si aggirerà intorno ai 30 milioni.

 

(fonte Ansa)

Scrivi