PALERMO – Si è concluso oggi il primo corso di formazione politica organizzato dal movimento civico #DiventeràBellissima, in collaborazione con il Cespos, il Centro studi politico – sociali.
Tre giorni, all’hotel San Paolo Palace di Palermo, dove i corsisti – un centinaio circa tra consiglieri comunali, sindaci e assessori – hanno partecipato ad otto lezioni su temi legati alla politica locale, dal finanziamento pubblico all’ambiente, dalla crisi dei partiti alla riforma della Provincia, dall’etica della responsabilità alla comunicazione nell’era di internet.
A relazionare sono stati i professori universitari Aurelio Angelini, Gaetano Armao, Renato D’Amico, Gianluca Giansante, Marco La Bella, i giornalisti Giovanni Marinetti e Marco Veneziani, ed il presidente dell’Antimafia regionale Nello Musumeci, tra i promotori dell’iniziativa.

“La qualità della politica è determinata prima di tutto dalla qualità dei suoi rappresentanti – ha dichiarato Musumeci -. Ed è per questo che abbiamo voluto aprire il corso a chiunque ne facesse richiesta. Perché un buon amministratore, a prescindere dall’appartenenza, è una risorsa per l’intera società.”

“Crediamo di aver reso un servizio alla buona politica – ha continuato Musumeci – e la partecipazione di tanti giovani, ai quali era essenzialmente dedicato il corso, ha dimostrato quanta voglia di apprendere e di confrontarsi ci sia in giro. Il successo di questa prima esperienza ci suggerisce l’opportunità di replicarla, tra qualche mese, in altre parti dell’Isola.”

E intanto il movimento  #DiventeràBellissima si appresta ad organizzare le proprie assemblee in tutte le province siciliane.

“Ascolteremo le esigenze e i bisogni del territorio – ha dichiarato la portavoce, Giusy Savarino – perché il movimento si faccia interprete dei tanti problemi che assillano i siciliani e sappia promuovere i modelli di sviluppo che funzionano”. Il prossimo appuntamento a Caltanissetta, nella mattinata di domenica 13 dicembre.

image

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi