PALERMO –  “I vili atti intimidatori perpetrati a danno del pub di Ballarò, tolto ai boss e dato in gestione a imprenditori antiracket, sono un pugno allo stomaco per Palermo. Confesercenti manifesta piena solidarietà all’imprenditoria sana di questa città e si schiera a fianco di chi si ribella al pizzo. Chiediamo alle istituzioni di intervenire per tutelare chi dice no alla mafia”. Lo dice il presidente di Confesercenti Palermo Mario Attinasi.

T.C

Scrivi