PALERMO – Riceviamo e pubblichiamo: “Sono partiti oggi due maxi-cantieri per il rinnovamento e la ristrutturazione degli impianti di pubblica illuminazione nell’area Lincoln-Oreto-Villa Giulia e all’interno del quadrilatero Sciuti-Lazio-Libertà-Paternò. La consegna dei lavori, finanziati con 15 milioni di euro provenienti dai fondi Fas e progettati da Amg Energia, si è svolta questa mattina alla presenza del sindaco Leoluca Orlando e del vicesindaco e assessore alle Infrastrutture, Emilio Arcuri.

“Oltre a consentire un’illuminazione più adeguata, a luce bianca al posto di quella classica gialla, e una riduzione dei guasti, – hanno spiegato il sindaco Orlando e il vicesindaco Arcuri – questi lavori garantiranno al Comune un risparmio in bolletta di circa il 60/65%. I vecchi lampioni, infatti, che risalgono in gran parte alla metà degli
anni Sessanta, saranno sostituiti con lampade di nuova generazione agli ioduri metallici, con bruciatore ceramico, gli impianti saranno semplificati e sarà possibile il controllo da remoto dei guasti. Questi accorgimenti permetteranno di rendere gli interventi di riparazione e manutenzione ordinaria più veloci e duraturi, con l’aumento della vita utile delle lampade di circa 3 volte. Si sblocca finalmente – hanno concluso Orlando e Arcuri – una complessa vicenda che avevamo ereditato, alla cui soluzione gli uffici hanno dovuto lavorare per mesi e che permetterà a due ampie aree della città di avere migliori condizioni di sicurezza e vivibilità”.

“L’importo del primo cantiere, quello relativo agli impianti di pubblica illuminazione del quartiere Lincoln-Oreto-Villa Giulia, approvato con delibera di Giunta il 04 novembre del 2014, ammonta a quasi tre milioni di euro (2.815.645,57). La ditta che eseguirà i lavori è la Favellato Claudio Spa di Fornelli. La fine dei lavori è prevista per il 13 maggio 2017”.

“L’intervento prevede il rifacimento degli impianti di pubblica illuminazione, in derivazione, nella vie: fondo Alfano, A. Aiello, A. Amico, cortile Amoroso, Archirafi, G. Arcoleo, G. Ardizzone, Armo’, M. Benso, piazzetta M. Bertolami, S. Boccone, G. Buccola, M. Cipolla, vicolo Civiletti, F. Corazza, F. Crispi, Del Vespro, Decollati, passaggio Di Rudinì, D’Ondes, A. Elia, P. Emiliani Giudici, V. Errante, T. Fazello, F. Fedele, G. Gentile, piazza Giulio Cesare, cortile Grande, R. Gregorio, C. Guastella, G.F. Ingrassia, V. La Scola, Lincoln (tratto Archirafi-Giulio Cesare), Lincoln (tratto Archirafi- Villa Giulia), Maestri del Lavoro, Maggiore Francesco Perni, A. Marinuzzi, F. Maurolico, G. Mignosi, S. Morso, fondo Napoletano, Oreto, N. Palmeri, G. Patricolo, R. Pellegrino, Pensabene 2° cortile Pensabene 1° cortile, Perez, fondo Picone, R. Pirri, C. Pisacane, C. Ponzio, cortile P. Randazzo, via P. Randazzo, piazza S. Antonino, Papa S. Leone II, S. Salomone Marino, Sciacchitano, Serraglio Vecchio, Tiro a Segno, corso Tukory, villetta Tukory, A. Ugo”.

“Per quanto riguarda, invece, il quadrilatero Sciuti-Lazio-Libertà-Paternò, l’importo totale del progetto è di euro
1.635.400,14, appaltato, a mezzo gara pubblica, all’impresa Fresta Rosario di Santa Venerina. I lavori dovranno concludersi entro 250 giorni. L’intervento prevede il rifacimento degli impianti di pubblica illuminazione, in derivazione, per un totale di 317 punti luce, nelle vie: dell’Artigliere, Bainsizza, V. Barbera, Bligny, Brigata Verona,
Campania, G. Carini, Col della Beretta, F.S. Di Liberto, T. Edison, Isonzo, Lazio, Lombardia, viale delle Magnolie, Monte le Merle, Montello, Montenero, vicolo Pandolfino, Pasubbio, A. Pecoraro, Piemonte, piazza Quatto Novembre, piazza F. Restivo, Sabotino, G. Sciuti (tratto Lazio-Notarbartolo), Villa G. Russo (ex villetta Sciuti), Sicilia, Veneto, Volge”.

T.C

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi