Che il Palermo uscisse sconfitto dal San Paolo era facilmente preventivabile. Napoli padrone del campo, con un gioco fluido e una manovra inarrestabile. Higuain in grande spolvero, Mertens risolutore. Il 2-0 partenopeo è figlio di una superiorità netta e indiscutibile. Ai rosanero, però, la gara che interessa realmente è quella di lunedì prossimo contro l’Empoli. Nel posticipo dell’undicesima giornata del campionato di Serie A uno scontro all’ultimo sangue contro una diretta concorrente alla salvezza. I ragazzi di Iachini puntano forte sul fattore campo, sperando di ottenere tra le mura amiche una vittoria che allontanerebbe sensibilmente la zona retrocessione, cacciando giù i toscani. Pucciarelli e compagni non faranno da sparring partner ma tenteranno di colpire il Palermo sfruttandone i difetti.

Scrivi