Gilardino e il Palermo, un matrimonio annunciato da tempo tra le due parti e finalmente materializzato. Il forte attaccante trentatreenne ha già raggiunto i compagni e si è messo a disposizione di mister Iachini. Un colpo ad effetto quello di Zamparini che si è mosso per tempo bruciando la concorrenza per l’ex calciatore della Fiorentina. Dopo un paio d’anni senza prima punta, nonostante gli ottimi campionati di Vazquez e Dybala, il Palermo dispone finalmente di un attaccante di peso che possa far sognare la tifoseria come ai tempi di Toni, Amauri e Cavani.

“Mi alleno da tre mesi e mi sento bene – ha dichiarato il neo acquisto – Avevo dato la mia parola a Zamparini e comunque il Palermo è la società che si è mossa mostrando il maggiore interesse nei miei confronti. Darò tutto per questa maglia. Sono felice”.

Per la verità in un primo momento c’è stato chi ha storto il naso tra la tifoseria in primis per aver lasciato partire un giovane promettente come Belotti, in secundis per aver preso un giocatore avanti con l’età e che peraltro nel capoluogo siculo è ricordato per aver segnato un gol di mano ai rosanero ai tempi della prima esperienza del Gila con la maglia della Fiorentina.

Ciò che è certo è che i numeri parlano a favore del giocatore. Campione del Mondo nel 2006 e d’Italia, Gilardino ha realizzato 178 marcature in Serie A. La speranza è che anche quest’anno il suo violino possa suonare tante, tantissime volte. In attesa della conclusione del calciomercato, il tecnico rosanero aspetta l’arrivo di altri giocatori. Sempre per il pacchetto offensivo circola con insistenza il nome di Floccari, ex Lazio e Messina.

(foto calciomercatonews.com)

Scrivi