PALERMO – E’ davvero paradossale che in un momento così delicato – mentre è in  discussione il contratto di servizio dell’Amat, e quindi il conseguente avvio del tram – il presidente del collegio dei sindaci dell’Amat Sebastiano Torcivia si sottragga al confronto con il Consiglio Comunale e quindi con la città”. Angelo_Figuccia_FILo afferma Angelo Figuccia, consigliere comunale di Forza Italia, che prosegue: “Stamattina, presso la terza commissione Consiliare, era in programma l’audizione dei vertici dell’azienda di via Roccazzo, sia i componenti del Consiglio d’Amministrazione che il collegio dei sindaci. Il capo di quest’ultimo organismo, convocato con largo anticipo, ha disertato l’incontro con noi consiglieri dicendo che era impegnato in altra sede. Un modo, anche poco elegante, per evitare di rispondere a domande che tutti i palermitani, in questi giorni, si fanno e che magari potrebbero rivelarsi scomodi. Per questo motivo, ho deciso in segno di protesta di non partecipare ai lavori della Commissione. A cominciare dallo stato di salute dei conti dell’Amat, che, almeno nelle intenzioni della giunta Orlando, dovrebbe prendersi carico della gestione del tram, senza avere però le risorse finanziare necessarie. Ma le questioni di cui avremmo voluto parlare con Torcivia sono molto più ampie, a cominciare dalla situazione patrimoniale immobiliare dell’Amat, dai lavori che l’officina continua ad affidare a ditte esterne, alle ricche consulenze delegate a professionisti non dipendenti dell’azienda”. 

“Mentre la città attende con ansia risposte precise, mentre i consiglieri sono impegnati ad esaminare un contratto di servizio dell’Amat che rischia di far cadere altre pesanti balzelli sulla testa dei palermitani, a cominciare dai pass per le ZTL, chi avrebbe il dovere di dare risposte certe perchè è il controllore dei conti di un’azienda che costa milioni di euro preferisce defilarsi e dare giustificazioni più o meno valide. Forse è il caso che il sindaco Orlando si circondi di collaboratori più sensibili ai bisogni dei palermitani”.

T.C

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi