PALERMO – Un libro che, per la sua importanza è stato “patrocinato dall’Ordine dei Farmacisti della provincia di Palermo, dal Comune e dall’associazione “Italia Nostra” poiché grazie a tale ricerca sono stati ricostruiti 108 profili di antiche farmacie palermitane, arricchendo il volume con centinaia di foto d’epoca”. Ferruggia_farmacie_palermitaneParola del suo autore, il professor Andrea Ferruggia, docente di “Conservazione e Ordinamento del patrimonio Archivistico e Bibliografico” presso il corso di laurea in Restauro dei Beni Culturali dell’Università di Palermo.

Il volume, il cui titolo completo è “Antiche Farmacie Palermitane. Profili e documenti delle spezierie cittadine dal XVI al XXI secolo” verrà presentato oggi presso l’Archivio Storico Comunale di Palermo in via Maqueda alle ore 16:30, in cui si attendono tutti i titolari di antiche farmacie e tanti altri farmacisti, oltre a docenti universitari e uomini di cultura, tra cui il presidente dell’Ordine dei Farmacisti, dott. A. D’Alessandro, il direttore del Servizio Farmaceutico ASP di Palermo, dott. M. Pastorello, il direttore dell’Archivio Storico Comunale, dott. E. Calandra, il prof. P. Longo docente di Storia dell’Arte presso Unipa, l’editore di Qanat, dott. T. Saetta. Prevista anche la presenza del sindaco Leoluca Orlando.

Ecco alcuni stralci dell’opera, tratti dalla prefazione dello stesso: “Ancora un libro su Palermo, dunque, ma questa volta si tratta di un argomento inusitato e mai affrontato dagli studiosi, almeno in maniera così organica per ciò che riguarda la storia delle farmacie della nostra città, le quali, nate dalle antiche apoteche degli aromatari e dalle pubbliche spezierie, si trovano oggi trasformate e dislocate in luoghi spesso diversi da quelli originari e distribuite secondo criteri regolati da leggi e convenzioni non più legate ai bisogni dei quartieri del centro storico ma all’attuale caos urbano provocato dalla crescita non controllata e dall’espansione irrazionale che la città ha subito negli ultimi 50 anni”.

Teresa Fabiola Calabria

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi