PALERMO – Ad un primo ascolto dei loro brani, si ha come una sensazione di déjà vu ma che tuttavia non dispiace, frutto delle continue citazioni e richiami ad alcuni tra i più grandi della musica Italiana, come da loro stessi confermato.

Sono Alessio Arena e Giuseppe La Grutta, in arte “Duo Surreale” che descrivono così il loro sound: “C’è tutta unita l’allegria di Giorgio Gaber ed Enzo Jannacci, ma anche la profondità di Lucio Dalla e Francesco De Gregori, mixata al sound dei Beatles e dei Kinks”.

Copertina SCHIZZI D'AUTORE di il Duo SurrealeMica male per due ragazzi non ancora ventenni che hanno coniato un nuovo genere musicale, lo “schizzopop”: «Lo schizzopop è un genere musicale di nostra invenzione – dicono Alessio e Giuseppe – che affonda le sue radici nella metafisica aristotelica e si sviluppa attraverso la continua ricerca di una catarsi che permetta la purificazione dello spirito dell’ascoltatore. Le influenze sono chiare ed evidenti: si parte da Nietzsche fino ad arrivare al genio di Lucio Dalla, passando per Giorgio Gaber e Gabriele D’Annunzio, ammiccando ai Brutos e alle gemelle Kessler. E’ cantautorato? Sissignore. E’ forse musica leggera? Può darsi. Oltre ogni definizione e schema predefinito, lo schizzopop si offre al mondo in un’esplosione di colori e prelibatezze, ponendosi come unico obiettivo l’abnegazione di se stesso e l’affermazione di un nuovo edonismo».

Il disco, interamente prodotto dal Duo Surreale, è stato registrato presso l’800A Records Studio di Fabio Rizzo e Francesco Vitaliti e vede al suo interno la partecipazione dello stesso Rizzo con Tony Landolina, Eddy Governale (Le Cozze) e Roberto Giammanco e sarà presentato live sabato 19 settembre alle 18:00 sempre da Rizzo manufacture e prossimamente all’Auditorium Rai di viale Strasburgo a Palermo.

Per chi volesse seguire il Duo Surreale tramite social network, può mettere “mi piace” sulla pagina Facebook www.facebook.com/duosurreale.

[iframe id=”https://www.youtube.com/embed/A12hx61lI6U” align=”center” mode=”normal”]

Teresa Fabiola Calabria

Scrivi