PALERMO – “Questa mattina si è tenuta un’assemblea dei dipendenti del settore Tributi del comune di Palermo, a cui va tutta la nostra solidarietà – dice il capogruppo Idv Filippo Occhipinti – dipendenti ormai stressati e sull’orlo di una crisi di nervi. L’organizzazione degli uffici lascia a desiderare, come si accorgono le centinaia di palermitani che tutti i giorni si recano agli sportelli, e la colpa è di questa amministrazione che, nonostante le nostre sollecitazioni a informatizzare al massimo i servizi, resta all’età della pietra. L’apertura di via Ausonia è stata perfettamente inutile, visto che le pratiche comunque vanno portate tutte in piazza Giulio Cesare, e i totem presentati in pompa magna dall’assessore sono ridotti a semplici arredi. Ci chiediamo quanto stia costando ai palermitani tutta questa disorganizzazione, se pensiamo che il solo software per la gestione dei tributi è stato pagato circa mezzo milione”.

T.C

Scrivi