PALERMO – Si celebrerà domani la Giornata Mondiale del Libro, manifestazione culturale indetta dall’Unesco, che ha scelto il 23 aprile di ogni anno in omaggio a tre fra i più grandi autori di tutti i tempi, la cui vita si spense proprio in quel giorno del 1616: William Shakespeare, Miguel de Cervantes e l’Inca Garcilaso de la Vega.  La tradizione narra che tutto abbia avuto inizio in Catalogna dove, il 23 aprile, festa di San Giorgio, viene offerta una rosa per ogni libro venduto.

L’associazione culturale SiciliAntica ha quindi organizzato per domani, giovedì 23 aprile, alle ore 18:00, l’iniziativa “Da romanzo… a romanzo. Libera lettura di brani di autori contemporanei e non” presso il Bistrot Letterario “Forme d’Arte – Isola di cibo e cultura”, in via Giuseppe Patania, n.34 -a 100 metri dal Museo Salinas di Palermo.

Dopo la presentazione di Alfonso Lo Cascio, della Presidenza regionale di SiciliAntica, saranno presentati alcuni degli autori che hanno segnato la storia della letteratura e saranno letti dei brani tratti dai loro romanzi più famosi. “Siamo convinti” afferma Alfonso Lo Cascio, “che il libro scandisca ancora, nonostante le tante difficoltà dell’oggi, il tempo della cultura, e rappresenti una occasione per favorire la crescita e stimolare la conoscenza della nostra storia. L’iniziativa si prefigge di promuovere sempre più il piacere per la lettura e l’amore verso lo studio”.

Se è vero, come disse una volta Umberto Eco, che leggere allunga la vita, la Giornata Mondiale del Libro che si celebrerà domani sarà un’ottima occasione per poter leggere qualcosa di bello, nutrendo anzitutto il nostro spirito. Se poi riusciremo anche a sottrarci dalle grinfie della grande Mietitrice per qualche anno in più, tanto di guadagnato.

Teresa Fabiola Calabria

Scrivi