PALERMO –  “Ci fa piacere la resipiscenza del sindaco Orlando. La battaglia condotta dal Pd dentro e fuori dall’Aula è stata premiata, i palermitani hanno compreso che si trattava di un provvedimento non inserito in una vera pianificazione della mobilità, che aveva un cattivo sapore di tassa e che oggi viene sostanzialmente ritirato, anche se penalizzerà oltre modo i commercianti del centro storico.  Speriamo davvero che questa parte della città non venga isolata, sono necessari più autobus e più parcheggi per i commercianti e per chi lavora nella Ztl e infine c’è il capitolo Amat: il bilancio era l’occasione per cercare di convincere  l’Amministrazione a trovare le risorse ed evitare la Ztl a pagamento, ma la voglia di molti di dimostrare di essere più realisti del re ci ha privati di questa possibilità. Al management dell’azienda chiediamo di lavorare meglio per tagliare gli sprechi e non il servizio, come drammaticamente invece sta succedendo”. Lo afferma il vice capogruppo del Pd al consiglio comunale di Palermo Sandro Leonardi.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi