PALERMO – Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa emesso da Maria Sciarrino, direttore regionale Inps: “Alcuni cittadini lamentano di avere ricevuto telefonate con le quali, senza un motivo ben preciso, sono stati invitati a recarsi con urgenza presso una nostra sede INPS. Le ultime segnalazioni riguardano, in particolare, messaggi pre-registrati con i quali è stato chiesto di accedere ai nostri uffici di via Laurana, anche a persone che non hanno alcun rapporto con l’Istituto.

Tali telefonate non sono, per quanto ovvio, in alcun modo collegabili all’Istituto. Ricordiamo che, per comunicare con l’esterno, l’INPS utilizza canali ufficiali quali il web, la posta elettronica e cartacea e, in caso di urgenza e solo su espressa richiesta da parte degli interessati, gli SMS inviati dal servizio “INPS informa” alle utenze mobili indicate dagli stessi utenti. Nel caso particolare delle telefonate, ricordiamo che i funzionari dell’Istituto si presentano sempre, declinando le proprie generalità, l’ufficio di appartenenza ed esponendo in modo chiaro i motivi della chiamata, sempre riferita ad un procedimento o ad una domanda ben nota al destinatario della telefonata.

Per le suddette ragioni, la Direzione regionale INPS raccomanda ai cittadini e, in special modo agli anziani e alle persone che vivono da sole, di non aderire per alcuna ragione a inviti anonimi giunti per telefono. E’ utile ribadire che, nel caso in cui la persona chiamata sia il beneficiario di una prestazione o di una pensione INPS, non subirà, per alcuna ragione, una modifica o una decurtazione del trattamento in corso per il sol fatto di non aderire ad un invito giunto per telefono a casa. La Direzione provinciale di Palermo sta provvedendo a segnalare i fatti descritti alla Procura della Repubblica”.

T.C

Scrivi