PALERMO – La Joint Commission International (JCI), l’organizzazione che certifica sicurezza e qualità delle cure che i pazienti ricevono in ospedale ha emesso per la terza volta consecutiva l’accreditamento per l’Ismett (Istituto mediterraneo per i tumori) di Palermo, primo centro nel meridione, a seguito di una verifica durata quattro giorni – dal 26 al 29 ottobre – effettuata da una commissione internazionale che ha valutato più di 300 standard di sicurezza e qualità della vita all’interno della struttura, compresi gli aspetti riguardanti la diagnostica e la farmacia, la gestione dei macchinari e dell’edificio, solo per nominarne alcuni.

Il primo “si” risale al 2009, a seguito del quale sono seguiti gli altri ad intervalli di tre anni. Si tratta di un riconoscimento molto importante, se si considera che nel dicembre dello scorso anno, l’Ismett ha rischiato la chiusura per mancanza di fondi regionali. 

Bruno Gridelli, direttore dell’Istituto:“Tutto il personale di Ismett e Upmc continua a lavorare intensamente per fornire le migliori cure possibili in un ambiente sicuro per i pazienti, le loro famiglie e i lavoratori. Il successo della rigorosa valutazione esterna da parte della Jci è un’ulteriore conferma del buon uso che l’Istituto fa delle risorse messe a sua disposizione dal governo regionale”.

Teresa Fabiola Calabria

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi