PALERMO − Si è tenuto  un incontro tra la società KsmSecurity di Palermo e la segreteria regionale Ugl Sicurezza Civile in merito alla procedura di mobilità avviata a maggio c.a. e sottoscritta da Cgil Cisl e Uil la settimana scorsa.

Una mobilità di 50 unità  basata su volontari e prepensionamenti, ma che vedrebbe licenziati molti lavoratori senza questi requisiti qualora il numero dei volontari non raggiungesse le 50 unità pattuite.

“L’Ugl Sicurezza Civile –  ha dichiarato  il  Segretario Regionale Sicurezza Civile, Giovanni Vitale –  non ha ritenuto sottoscrivere l’accordo sulla mobilita’ coatta e riconoscendo solo la base volontaria e incentivata.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi