PALERMO – Due giorni di analisi e approfondimenti di carattere socio-economico per celebrare i trent’anni di attività della Fondazione “Centro Ricerche Economiche Angelo Curella”. Sociologi, economisti, docenti universitari, giornalisti venerdì 29 e sabato 30 maggio, al Grand Hotel et des Palmes di Palermo, per ripercorrere “l’utilità” della Fondazione costituita nel 1985 per l’illuminata volontà di Nicolò Curella, presidente della Popolare Sant’Angelo con l’obiettivo preciso, non di farne il centro studi della Banca, ma di realizzare un istituto che contribuisse ad una migliore conoscenza dei principali fenomeni socio- economici del nostro tempo, con specifica attenzione ai problemi del dualismo economico Nord-Sud ed a quelli dell’economia regionale e alle problematiche del credito. Una storia importante quella della Fondazione Curella che in trent’anni ha contribuito alla conoscenza e allo sviluppo del tessuto socio economico siciliano, ma che ha anche contribuito al successo della Banca Popolare Sant’Angelo, realtà vive e propositive.

Il programma:

  • Venerdì 29 – ore 9:30 Apertura dei lavori – Presentazione dell’incontro –

“Trent’anni di attività” (filmato)

Interventi di saluto: Giovanna Marano, assessore alle Attività produttive Comune di Palermo; Ines Curella, direttore Generale Banca Popolare Sant’Angelo; Antonio Cinque, direttore della sede di Palermo, Banca d’Italia; Giovanni Puglisi, rettore IULM e Università degli Studi Kore di Enna. Una Fondazione utile: Pietro Busetta, presidente Fondazione Curella, Università degli Studi di Palermo.

ore 10:45 Coffee break

ore 11:00 …. al confronto: L’esistenza di alcuni centri di elaborazione di idee e dati all’interno del territorio meridionale, i cosiddetti “think thank”, è parte fondamentale di una società evoluta. La presenza di pareri diversi sui fenomeni economici che riguardano i territori, diventa fondamentale per avere quelle analisi di consenso tanto utili ai policy maker. 

Introduce e presiede: David Lane, The Economist. Intervengono: Luca Paolazzi, Centro Studi Confindustria, Salvatore Parlagreco, Cerisdi, Adam Asmundo, Fondazione Res, Fabio Tricoli, Fondazione Tricoli, Francesco Saverio Coppola, OBI- Osservatorio Banche e Imprese, Alessandro Panaro, SRM Mezzogiorno, Riccardo Padovani, Svimez.

ore 15:30 ….. alla ricerca: I centri di ricerca sono indispensabili per supportare le università soprattutto nella fase applicativa e funzionano quindi da cinghia di trasmissione tra la ricerca pura e quella applicata.

Introduce e presiede: Giacomo Vaciago, Università degli Studi Cattolica di Milano.

Intervengono: Piero Alessandrini, Università Politecnica delle Marche; Salvatore La Francesca, Università degli Studi di Palermo; Rainer Stefano Masera, Università degli Studi Guglielmo Marconi di Roma; Andrea Piraino, Università degli Studi di Palermo.

ore 17:00 Coffee break

ore 17:15 ….. al dibattito: E’ fondamentale avere delle istituzioni che si pongono il problema di fornire analisi congiunturali tali da stimolare il dibattito partendo da elementi quantitativi e non da opinioni non suffragate da dati.in tale evenienza il ruolo della stampa diventa fondamentale.

Introduce e presiede: Antonio Calabrò, Fondazione Pirelli & C. Intervengono: Enrico Del Mercato; La Repubblica, Roberto Foderà, Istat, David Lane, The Economist; Giovanni Pepi, Giornale di Sicilia; Paolo Quirino, economista, Giovanni Tesoriere, Università degli Studi Kore di Enna.

  • Sabato 30 – ore 9 Interventi di saluto: Antonio Purpura, assessore Beni Culturali, Regione Siciliana.

ore 9:30 … al territorio: Vi sono momenti in cui i territori necessitano di prese di posizione non di parte sulle prospettive e sulle priorità che riguardano alcuni ambiti territoriali. In tal senso, il parere delle istituzioni indipendenti che non abbiano fini politici diventa una ricchezza. Introduce e presiede: Enrico Giovannini, Università di Roma “Tor Vergata”).

Intervengono: Raffaele Brancati, presidente MET Roma; Antonio La Spina, Università Luiss “Guido Carli” Roma; Federico Pica, Università degli Studi di Napoli Federico II; Giovanni Pitruzzella, presidente dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato; Giuseppe Quirino, economista.

ore 11:00 Coffee break

ore 11:15 … alla vision: Interrogarsi piuttosto che sul domani prossimo sul futuro prospettico è una operazione che riguarda meno i politici e piu gli statisti. Una Fondazione utile è quella che si pone il problema dei rapporti generazionali, della sostenibilità ecologica complessiva, dei processi migratori in atto, di quale Paese consegneremo a coloro che saranno dopo di noi.

Introduce e presiede: Giacomo Vaciago, Università degli Studi Cattolica di Milano.

Intervengono: Gaetano Armao, Università degli Studi di Palermo; Antonio Calabrò, Fondazione Pirelli & C.; Enrico Giovannini, Università di Roma “Tor Vergata”; Rainer Stefano Masera, Università degli Studi Guglielmo Marconi di Roma; Fabio Mazzola, Università degli Studi di Palermo, Presidente AISRE; Giovanni Pitruzzella, presidente dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato; Vito Riggio, presidente Enac.

ore 12:45 – ci piace ricordarli cosi: Salvatore La Rosa, Università degli Studi di Palermo, direttore Cerisdi ricorda … Mario Centorrino, Vittore Fiore, Antonino Mineo, Luigi Spaventa Giovanni Sprini.

ore 13:00 – conclusioni e ringraziamenti: Pietro Busetta, presidente Fondazione Curella, Università degli Studi di Palermo.

T.C.

Scrivi