PALERMO – La polizia municipale, nel corso di un controllo del territorio, ha eseguito tre sequestri di immobili e denunciato quattro persone all’autorità giudiziaria per abusivismo edilizio.

A Sferracavallo, in Via Rosario Nicoletti (foto) è stato sequestrato un edificio pianoterra, di circa 180 metri quadrati la cui struttura è risultata essere formata da nove pilastri allo stato grezzo, eretti sul solaio di copertura, puntellati e predisposti, probabilmente, ad ulteriori modifiche. L’edificio si trovava all’interno di un lotto di terreno di circa 600 metri quadrati, recintato inoltre da un muro in cemento armato. Due persone, di cui una è risultata essere la proprietaria, sono state denunciate all’autorità giudiziaria per mancanza di concessione edilizia e nulla osta del Genio Civile.

Il secondo sequestro è stato fatto in zona Ciaculli, in un lotto di terreno di circa 2200 metri quadrati dove è stato costruito un immobile di circa 150 metri quadrati, anch’esso di solo pianoterra, con strutture in cemento armato e muratura.

Nel caso del terzo ed ultimo sequestro infine, avvenuto all’interno del Cortile Arnao, a Borgo Vecchio, gli uomini della Polizia Municipale si sono trovati davanti ad una recinzione abusiva realizzata da parte di una discoteca limitrofa, con sede ed ingressi nella vicina via Rosario Gerbasi. Gli artefici della recinzione abusiva avevano ampliato, de facto, la superficie della discoteca, appropriandosi di circa 150 metri quadrati di terreno demaniale, rendendosi dunque colpevoli di appropriazione indebita di suolo pubblico. Il titolare dell’esercizio è stato denunciato all’autorità giudiziaria.

Teresa Fabiola Calabria

Scrivi