PALERMO – Fino al 13 dicembre le arancine e la cuccìa, reginette della festa di Santa Lucia di Palermo, sono oggetto di una campagna sociale a favore dell’istruzione e la cultura dei bambini dei centri sociali Oratorio Santa Chiara, San Giovanni decollato e Biblioteca delle Balate
Durante la settimana dal 7 al 13 dicembre i consumatori di chicchi di riso
e cereali sosterranno una raccolta fondi per l’acquisto di libri destinati ai bambini delle famiglie di Ballarò, il quartiere di Palermo dove molte comunità di immigrati hanno stabilito la propria dimora. I luoghi dove acquistare risi e cuccìa per aderire all’iniziativa benefica sono il Caffè del Gusto di Peppe Giuffrè a Palazzo Riso, é cotta di piazza Castelnuovo e viale Piemonte e sabato 12 e domenica 13 la Biblioteca delle Balate dove donne di varia nazionalità si uniranno per la festa di Santa Lucia.
In italia si sa, il cibo è la maggior fonte di spesa, ed ogni pretesto è buono per festeggiare con una pietanza tipica come nel caso della festa di Santa Lucia.
Secondo un’antica usanza durante i festeggiamenti di Santa Lucia del 13 dicembre i palermitani non mangiano pane e pasta, ma riso e cereali eleggendo regina della festa la nota “Arancina” abbinata alla “cuccìa”, dolce tipico locale.

L’idea della campagna a scopo sociale è della giornalista Amelia Bucalo Triglia, che insieme al comitato Ballarò significa Palermo ed Ars Nova, lo chef Peppe Giuffrè, ambasciatore della cucina siciliana nel mondo, quattro food blogger palermitane, donne immigrate di varie nazionalità ed un paio di aziende del settore ristorazione particolarmente sensibili alla cultura portano avanti l’iniziativa benefica che si concluderà con la Festa di Santa Lucia alla Biblioteca delle Balate il 12 e 13 dicembre.
Dal 7 al 13 dicembre il Caffè del Gusto di Peppe Giuffrè a Palazzo Riso, È cotta di piazza Castelnuovo e viale Piemonte e la Biblioteca delle Balate offriranno i piatti tipici a base di riso, arancine e cuccìa per la raccolta di fondi a favore dell’istruzione dei bambini del doposcuola dell’ Oratorio Santa Chiara, San Giovanni decollato, Biblioteca delle Balate.
Arancine e Cuccià sono simboli di una tradizione intramontabile, rappresentano un condensato mirabile della storia dell’isola di Sicilia ed insieme alla cucina dei diversi popoli, divengono un grande strumento per trasmettere il valori culturale e l’espressione della nostra società multietnica – dice Peppe Giuffrè chef del locale Caffè del Gusto di Palazo Riso.
Alessandra Messina, food blogger le CosebuonediAle, spesso unisce la cucina tradizionale ed etnica nelle sue ricette – il riso è uno dei più importanti alimenti che ha accompagnato lo sviluppo di molti popoli nel mondo, questo è il messaggio che noi food blogger vogliamo trasmettere con la nostra partecipazione il 12 e 13 all’appuntamento della Biblioteca delle Balate – cibiamo i nostri figli di cultura utile allo sviluppo ed al nutrimento dell’anima.
Il riso – dice Rossella Levantino, proprietaria del ristorante è cotta – è il simbolo dell’abbondanza in tutti i pasesi del mondo, e vorremmo che questa abbondanza del riso si tramuti in abbondanza di istruzione e cultura per tutti indistintamente.
Le altre food blogger cuoche della Festa di Santa Lucia della Biblioteca delle Balate a Ballarò sono: www.lavvocatonelfornetto.it www.ilfornoincantato.it, www.giallatraifornelli.com .

Il quartiere Ballarò è noto per essere sede di mercato storico della città, di molte comunità migranti, e dei centri sociali San Giovanni decollato, Biblioteca delle Balate e Oratorio Santa Chiara che saranno beneficiari dei fondi raccolti per l’acquisto dei libri utili all’istruzione dei bambini del doposcuola.
Sabato 12 e domenica 13 alla Biblioteca delle Balate dalle h.12 alle h.15 sarà possibile gustare Riz Carry Poulett Piatto tipico delle Mauritius, Riso Byriani del Bangladesh, Riso Thiebou Guinar del Senegal delle donne immigrate ed arancine alla carne e spinaci e cuccìa delle food blogger. Famiglie con bambini potranno unirsi ai giochi di intrattenimento dei volontari e dei bambini di Ballarò. Sabato 12 alle h. 17 l’organizzazione si trasferirà dalla Biblioteca delle Balate a San Giovanni decollato per il Concerto per bambini di tutte le età a cura del Centro Musicale di Palermo e la performances di luci e suoni.
La campagna Le arancine aiutano a leggere è inserita nella manifestazione Lumi della Città di Ballarò d’autunno del Comitato Ballrò significa Palermo.

Il programma
il 12 e 13 dicembre alla Biblioteca delle Balate
ore 11 Conversazione a più voci “l’importanza dell’illuminazione pubblica e personaggi che hanno dato luce con il loro impegno civico e sociale” Introduce Piero Longo, presidente Italia Nostra Palermo, partecipano: Amico Dolci, presidente Centro per lo Sviluppo Creativo Danilo Dolci, Libera Dolci, Donatella Natoli, Alberto Castiglione, Giulio Pirrotta del Comitato Ballarò significa Palermo.

dalle h.12 alle h.15 degustazione di piatti tipici di Sicilia, Bangladesh, Mauritius, Senegal con:
Riz Carry Poulett Piatto tipico delle Mauritius, Riso Byriani del Bangladesh, Riso Thiebou Guinar del Senegal, Arancine e Cuccìa.
Chiesa di San Giovanni decollato
ore 17 Concerto per bambini di tutte le età a cura del Centro Musicale di Palermo e Performances di luci e suoni a cura di Elementi
domenica 13 Biblioteca delle Balate
ore 11 Pedalata tra p.za Don Bosco e chiesa San Giovanni decollato, in collaborazione con Palermo ciclabile
Biblioteca delle Balate
ore 12-15 Degustazioni di arancine, risi, cuccia, cibi tipici di Sicilia, Bangladesh, Mauritius, Senegal.
con la partecipazione di food blogger e rappresentanti di comunità migranti
Orari dei luoghi
– È cotta dalle 7.30 alle 23.30
– Caffè del Gusto di Palazzo Riso dalle h. 8.30 alle 19.30
– Biblioteca dele Balate solo sabto 12 ed domenica 13 dalle h.12 alle h.15.


-- SCARICA IL PDF DI: Palermo, le arancine della solidarietà per Santa Lucia --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata