PALERMO – I “baschi verdi” del Gruppo Pronto Impiego della Guardia di Finanza di Palermo hanno sequestrato oltre 14 mila pezzi fra luci e luminarie natalizie prive dei requisiti di sicurezza e, pertanto, altamente pericolosi. I prodotti sequestrati, di produzione cinese, sono stati ritrovati all’interno di un magazzino commerciale nei pressi della Stazione ferroviaria palermitana e in uso ad un soggetto di etnia cinese, pronti ad essere immessi in commercio all’apertura dello “shopping natalizio”.
Gli articoli erano confezionati con materiali di scarsa qualità e ad alto rischio di incendio per questo erano inseriti in una speciale banca dati denominata “Rapex”, che contiene l’elenco dei beni di cui è vietata la commercializzazione in tutti gli Stati Europei dato che si tratta di prodotti che costituiscono un grave rischio per la salute e la sicurezza. Inoltre, sulle confezioni era stata collocata la marcatura “Ce” che, invece di essere stampata, era stata applicata tramite adesivo e priva di indicazioni circa l’importatore del prodotto.
Il titolare dell’attività commerciale è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Palermo per la violazione delle specifiche norme poste a tutela dei consumatori. Il valore dei prodotti sequestrati, che sarebbero stati destinati ad adornare le case e gli alberi di natale di numerose famiglie palermitane e non solo, ammonta a circa 140 mila euro.
Alessandro Famà

 

Scrivi