PALERMO – Victor Hugo una volta disse: “C’è gente che pagherebbe per vendersi” e finora c’è riuscita, almeno a giudicare dall’ondata di corruzione degli ultimi tempi. Allo scopo di arginare tale fenomeno, è stato presentato stamattina -e messo online poche ore fa- il sito http://www.segnalazioni5stelle.it/illeciti/  nato circa un mese fa dall’idea di tre parlamentari pentastellati: i deputati nazionali Giulia Di Vita e Giulia Grillo, e il consigliere regionale siciliano Stefano Zito.  

Il progetto, presentato nel corso di una conferenza stampa nella sala d’Ercole dell’Ars, ha visto, oltre ai tre deputati grillini, la presenza del magistrato Ferdinando Imposimato e Davide Del Monte, esponente di Transparency International, organo da sempre schierato contro la corruzione.  

Il nuovo sito, stando a quanto si legge in un comunicato stampa emesso in queste ore dai Cinquestelle “permetterà ai cittadini di denunciare i casi di corruzione e le pratiche illecite nella sanità e nella pubblica amministrazione. L’aiuto dei cittadini – dicono – porterà a scoprire parecchi altarini. Molti ci vedono come uno strumento di lotta al malaffare e sono portati ad aprirsi con noi. Per questo contiamo di avere risultati ben diversi da quelli dei siti istituzionali, che ci pare, per ora, non abbiano ottenuto granché”. 

di Teresa Fabiola Calabria

Scrivi