Maurizio Lucchese

Maurizio Lucchese

Il Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Palermo ha effettuato un sequestro in esecuzione di un provvedimento emesso dalla sezione Misure di Prevenzione del Tribunale palermitano, su richiesta della locale Procura della Repubblica, per quasi 3 milioni di euro ad un soggetto accusato di mafia ed estorsione.
Interessato è stato Maurizio Lucchese, 50enne palermitano coinvolto fin dagli anni 80 in una serie di reati contro il patrimonio e gravato da numerosi precedenti penali, tali da essere considerato persona socialmente pericolosa e dedita a traffici delittuosi dai quali trae le proprie fonti di sostentamento. Nel febbraio 2013, inoltre, l’uomo è stato arrestato con l’accusa di tentata estorsione , unita a plurime minacce e danneggiamenti, perpetrata con altri soggetti ed aggravata dal metodo mafioso, ai danni del titolare di un’attività di ristorazione, al quale veniva richiesta la cosiddetta “messa a posto” per lo svolgimento della propria attività imprenditoriale giustificata, a suo dire, per il sostentamento delle famiglie dei detenuti. Per tale attività illecita, un anno dopo, Lucchese è stato condannato dal Tribunale di Palermo a sei anni e otto mesi di reclusione.
Il sequestro di beni scaturisce dalle indagini svolte dal G.I.C.O. delle Fiamme Gialle di Palermo che hanno rilevato un’evidente sproporzione tra i redditi dichiarati dal complessivo nucleo familiare del soggetto e le numerose acquisizioni patrimoniali realizzate nel tempo.
Nello specifico i riscontri effettuati hanno permesso di evidenziare come la famiglia Lucchese, composta da cinque persone, abbia fiscalmente dichiarato redditi esigui e comunque appena sufficienti a soddisfare le primarie esigenze di sussistenza ma non idonei a consentire l’acquisto di terreni, di autovetture di lusso e l’avvio di attività commerciali, tutte spese risultate incompatibili con la descritta situazione reddituale.
I finanzieri hanno dunque proceduto al sequestro di due attività commerciali (ANNIE CARS di Puccio Anna con sede a Palermo e un bar), cinque autovetture e disponibilità finanziarie tra rapporti bancari e depositi risparmio per un totale di oltre 2 milioni e 700 mila euro.

A proposito dell'autore

Giornalista free lance - Educatore dell'infanzia

Comincia la sua carriera giornalistica scrivendo per il giornalino del liceo scientifico che frequenta. Entra a far parte della redazione catanese del Giornale di Sicilia, da cui non si è mai separato, nel 2005. Primo articolo ufficiale realizzato il 23 ottobre 2005 (a 19 anni ma il 31 ottobre sarebbero stati 20) per la gara di calcio di Prima categoria Calatabiano - Victoria 1-0. Dopo anni di studio e sacrifici ottiene la laurea in "Educatore dell'infanzia" nel 2013. Attualmente collabora anche con gds.it, con HercoleTv e con il mensile Il Cittadino Libero. Ama il cinema, i concerti, i viaggi e la buona musica. Ha visitato tutta la Sicilia, Malta, il Salento, Roma, Venezia, Milano, la Romagna, Firenze, Pisa, Lucca, Ascoli, Varese, Aosta, Caserta, Napoli, Perugia, Parigi, Barcellona, Basilea, Ginevra e Lugano. Lo sport in generale è la sua passione ma specialmente il calcio, la pallavolo, il basket e l'atletica leggera. Inoltre segue costantemente la cronaca nera, bianca e la politica.

Post correlati

Scrivi