PALERMO – “Presenteremo ad horas un esposto alla Corte dei Conti affinchè si verifichi se i comportamenti dell’ex presidente della sezione misure di prevenzione del tribunale di Palermo Silvana Saguto, indagata a Caltanissetta per corruzione e abuso d’ufficio, integrino gli estremi del danno erariale”.
L’annuncio è del segretario nazionale dell’Italia dei Valori Ignazio Messina, secondo il quale “se le notizie fossero pienamente confermate, saremmo di fronte ad una vicenda davvero sconcertante che offende l’intera magistratura italiana facendo aleggiare un’ombra pesante sulla gestione dei beni confiscati alla mafia. Se la Saguto, alla quale speriamo sia stata quantomeno eliminata la scorta, ha causato un danno erariale, ci impegneremo affinché risarcisca lo Stato al più presto e fino all’ultimo euro”.

“Noi di Idv – ha ricordato Messina – da tempo ci battiamo per ottenere una maggiore efficienza e trasparenza dell’intero sistema di gestione dei beni confiscati, tema sul quale abbiamo già da tempo presentato una proposta di legge di riforma. La lotta alla mafia è una priorità tremendamente seria che si giova anche della apprensione allo Stato dei beni illecitamente acquisiti, perciò essa non ammette passi indietro o, peggio, gravissimi passi falsi”.

T.C

Scrivi