PALERMO – Il sole del capoluogo siciliano questa mattina si è tinto di sangue: sono stati infatti trovati in via Falsomiele, quartiere alla periferia della città, i cadaveri crivellati da colpi d’arma da fuoco di due uomini di circa 40 anni, all’interno di una Fiat 500L in cui le due vittime avrebbero tentato di rifugiarsi per sfuggire ai propri carnefici, al momento ancora senza volto. Insomma, un’esecuzione che ricorda in tutto e per tutto quelle di stampo mafioso degli “anni di piombo”.

Foto -Repubblica Palermo-

Foto -Repubblica Palermo-

Sul posto sono intervenuti gli uomini della Polizia, che hanno provveduto a transennare il luogo dell’efferato omicidio, impedendo il transito ai veicoli in direzione di via Valenza e via Aloi. Presenti anche gli uomini della Scientifica e i sanitari del 118 che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso delle due vittime. Dalle prime indiscrezioni trapelate in queste ore, parrebbe che i due fossero legati al mondo dello spaccio.

Ma questo di stamattina è solo l’ultimo fatto di sangue verificatosi nella zona. Il 3 ottobre scorso infatti si sono registrati altri due eventi delittuosi che hanno visto, a poche ore di distanza l’uno dall’altro, la gambizzazione di un uomo nel pomeriggio e l’uccisione di un altro la stessa sera. 

Teresa Fabiola Calabria

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi