PALERMO – “Non se ne può più di continui rinvii, ormai siamo alla beffa: alla Sicilia non serve un ministro toscano che parli di quarant’anni di incuria della viabilità, che faccia promesse e poi sparisca con la boria del padroncino di turno, né un presidente incapace di reagire e pronto a ogni concessione pur di stare incollato alla ricca poltrona. Alla Sicilia servono risorse congrue, non certo elemosine, e un piano di miglioramenti dell’intero sistema dei trasporti”. Lo dice il responsabile regionale economia di Idv, Filippo Occhipinti, commentando la vicenda del viadotto Himera.

Filippo_Occhipinti“Il governo nazionale  dimostra ancora una volta che la Sicilia è solo una appendice da soffocare e colonizzare per depredarne le risorse culturali e naturali, petrolio in testa – dice Occhipinti – i siciliani sono stanchi di essere trattati da idioti e solo come serbatoio di voti e di tasse. Solo il M5s ha dimostrato con i fatti  di essere vicino al popolo siciliano e a questa terra, ben vengano tutte le iniziative di tal genere. Chiedo, ancora una volta, di sospendere le tasse alle imprese e ai siciliani, Madonie in testa, e l’intervento dell’Esercito per la costruzione della bretella alternativa”.

T.C

Scrivi